Radio Radicale, ok a 3 milioni per salvarla. Fnsi: “Vince la difesa della Costituzione”

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 Giugno 2019 13:35 | Ultimo aggiornamento: 13 Giugno 2019 13:35
Radio Radicale, ok a 3 milioni per salvarla. Fnsi: "Vince la difesa della Costituzione"

Radio Radicale, ok a 3 milioni per salvarla. Fnsi: “Vince la difesa della Costituzione”

ROMA – E’ passato nelle commissioni Bilancio e Finanze della Camera un emendamento del Pd (a firma Sensi e Giachetti) per salvare Radio Radicale con un finanziamento di altri tre milioni per il 2019.

Il testo è stato riformulato, spiegano i dem, su proposta della Lega ma il governo con il viceministro dell’Economia, Laura Castelli, ha dato parere contrario. Hanno votato a favore la Lega e tutti gli altri partiti, mentre il Movimento 5 Stelle ha votato contro. La misura punta a favorire la conversione in digitale e la conservazione degli archivi.

All’emendamento è arrivato il plauso della Federazione nazionale della stampa italiana. “Il via libera all’emendamento che permetterà a Radio Radicale di continuare a trasmettere dimostra che, quando sono in gioco la difesa della libertà di espressione e i valori della Costituzione, non c’è contratto o alleanza di governo che tenga”, sottolineano in una nota Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, segretario generale e presidente della Federazione nazionale della Stampa italiana. 

“Il voto a larga maggioranza dei gruppi parlamentari premia le azioni pubbliche di mobilitazione di cui la FNSI si è fatta promotrice, raccogliendo il sostegno di numerose forze politiche, associazioni e cittadini. Non va però abbassata la guardia. Eguale mobilitazione è necessaria per difendere il pluralismo dell’informazione e impedire il taglio del fondo per il pluralismo, che produrrebbe la chiusura delle voci delle minoranze e delle differenze e la perdita di numerosi posti di lavoro”, scrivono Lorusso e Giulietti. (Fonte: Fnsi)