Rcs-Corriere della Sera: sede via Solferino, in stallo la vendita a Blackstone

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 ottobre 2013 15:19 | Ultimo aggiornamento: 1 ottobre 2013 15:19
Rcs-Corriere della Sera: sede via Solferino, in stallo la vendita a Blackstone

Nella foto Ansa, la sede del Corriere della Sera in via Solferino

MILANO – Ancora non è detta l’ultima parola sulla vendita della sede del Corriere della Sera in via Solferino al fondo Usa Blackstone da parte del gruppo Rcs.

Le trattative proseguono, la “due diligence” è finita, il prezzo si aggira sui 120 milioni di euro, ma non c’è stata la prevista accelerazione sulla vendita, prima della riunione del patto di sindacato in calendario lunedì 7 ottobre.

Il Comitato di redazione, il sindacato interno dei giornalisti del gruppo Rcs, si è opposto più volte alla vendita della storica sede milanese del Corriere e lo ha fatto anche il 1° ottobre con un comunicato pubblicato sul giornale in cui si indicano soluzioni alternative come la cartolarizzazione, la vendita ad enti di previdenza o a una fondazione mista fra dipendenti Rcs e istituzioni locali.

Ma, in realtà, spiega Carlo Festa sul Sole 24 Ore:

“La scelta del Cda di dare mandato all’A.d Pietro Scott Jovane di proseguire il negoziato sembra però legata alla volontà di negoziare una miglior valutazione del complesso immobiliare.[…]

La riunione del board di Rcs ha trattato anche la vicenda della controllata Rcs Sport. Venerdì la società ha annunciato di aver affidato a una società esterna l’avvio di un audit interno di Rcs Sport per approfondimenti su alcune transazioni bancarie con associazioni collegate alla controllata, non consolidate nel perimetro di gruppo, anche per valutare eventuali danni subiti. Della vicenda si occuperà il direttore finanziario Riccardo Taranto, nominato anche A.d Rcs Sport. Intanto il gruppo editoriale ha fissato per il prossimo 13 novembre il consiglio per approvare i conti trimestrali”.