Scuola, Renzi: “Ascoltare è ascoltare non assecondare”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Maggio 2015 17:56 | Ultimo aggiornamento: 16 Maggio 2015 17:56
Scuola, Renzi: "Ascoltare è ascoltare non assecondare"

Renzi

ROMA – Ascolto, dibattito nel merito ma, poi, le scelte le fa il governo”. Il premier Matteo Renzi ‘chatta’ su twitter con diversi follower e ribadisce la sua linea sul fronte della scuola: “Ascoltare significa ascoltare, non assecondare per forza”, è il concetto. Il premier interviene su più fronti e ribadisce la sua determinazione a portare a termine la legislatura: si vota nel 2018.

“Ascoltare significa ascoltare, non assecondare per forza. Non è che o facciamo ciò che dice lei o non siamo democratici…”. Così Matteo Renzi su twitter risponde ad un follower che gli dice di “ripassare il concetto di democrazia perché parlate tanto e non ascoltate nulla”.

“Ovviamo no. Certo che chi è stato assunto non è licenziato dopo tre anni. E’ una delle tante leggende metropolitane”. Così Matteo Renzi su Twitter torna a smentire, come già fatto nel video sulla riforma della scuola, uno dei punti del provvedimento.

“Le elezioni politiche saranno nel 2018. Quelle europee nel 2019. La scuola c’è sempre”. Così Matteo Renzi risponde su twitter a chi gli chiede se si preoccupa dei professori o delle elezioni.