Soundreef, addio monopolio Siae: la no profit Lea raccoglierà i diritti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 gennaio 2018 13:20 | Ultimo aggiornamento: 16 gennaio 2018 13:20
soundreef-siae

Soundreef, addio monopolio Siae: la no profit Lea raccoglierà i diritti

ROMA – Soundreef, la società messa su da J-Az e Fedez, ha annunciato oggi che raccoglierà i diritti attraverso Lea, associazione no profit (Liberi Editori Autori), costituita da un gruppo di autori, editori e professionisti. “Oggi crolla definitivamente il monopolio Siae, che non esiste più: è stata una lunghissima lotta partita nel 2011 con 85mila euro di finanziamenti e da un piccolissimo gruppo di persone. Da oggi una società privata come Soundreef lavorerà in piena legalità”, ha annunciato nel corso di una conferenza stampa a Roma Davide D’Atri, ad di Soundreef.

“Dal 2016 si sono iscritti a Soundreef oltre 11 mila autori italiani. Lavoreremo in Italia insieme all’associazione no profit LEA (Liberi Editori Autori), costituita di recente da un gruppo di autori, editori e professionisti. Il decreto fiscale collegato alla Legge di Stabilità dice che si può lavorare in concorrenza con Siae dal primo gennaio, Lea è già operativo e riscuote per conto nostro i diritti d’autore”, ha aggiunto.

Come riporta La Stampa, soddisfatto Fedez, che per primo ha dato il via alla rivoluzione: “Ho creduto fin dall’inizio nel progetto dei ragazzi di Soundreef. Ero consapevole delle difficoltà cui saremmo andati incontro ma sapevo che si doveva rompere un monopolio e un sistema che agevolava pochi soggetti e i soliti. Oggi sono contento di poter rivendicare di essere stato in prima linea con Soundreef in questa battaglia tra Davide e Golia che alla fine ci ha visti tagliare il traguardo nonostante gli ostacoli che hanno cercato di metterci davanti”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other