Il Tacco d’Italia, Fnsi e Assostampa Puglia contro il sequestro degli articoli di Marilù Mastrogiovanni

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 dicembre 2017 6:10 | Ultimo aggiornamento: 18 dicembre 2017 17:41
Tacco-Italia-fnsi

Il Tacco d’Italia. Fnsi e Assostampa Puglia contro il sequestro degli articoli di Marilù Mastrogiovanni

ROMA – La Federazione nazionale della stampa e Assostampa Puglia sostengono il dissequestro del quotidiano online Il Tacco d’Italia e in una nota congiunta si appellano al Ministro della giustizia, Andrea Orlando, denunciando il grave attacco alla libertà di stampa compiuto dai magistrati leccesi in occasione dell’ordine di sequestro preventivo di due inchieste firmate dalla cronista Marilù Mastrogiovanni e dedicate all’intreccio tra mafia, politica e imprese nel comparto della raccolta dei rifiuti.

Il quotidiano online, con il sostegno dell’Associazione della Stampa di Puglia e della Federazione nazionale della Stampa italiana, ha presentato istanza al Tribunale del Riesame per chiedere il dissequestro di due articoli della collega Marilù Mastrogiovanni, disposto dal gip del Tribunale di Lecce su richiesta del pubblico ministero, scrivono Fnsi e Assostampa Puglia.

La testata giornalistica, assistita dall’avvocato Francesco Paolo Sisto, considera illegittimo il sequestro in quanto, come già denunciato dall’Associazione della Stampa di Puglia e dalla Fnsi, non rientra in nessuno dei casi consentiti dalla legge, ma si fonda su una presunta diffamazione a mezzo stampa contestata alla collega Mastrogiovanni per i contenuti di una serie di articoli e della quale si dovrà legittimamente discutere in un eventuale processo, conclude la nota.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other