Tinder protegge i gay in viaggio: l’app di incontri segnala i paesi nemici per Lgbtq

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 Luglio 2019 14:28 | Ultimo aggiornamento: 26 Luglio 2019 14:28
 Tinder protegge i gay in viaggio: l'app di incontri segnala i paesi nemici per Lgbtq

Tinder, la più popolare app di incontri in una foto d’archivio Ansa

ROMA – Tinder in difesa dei gay in viaggio. La più popolare app di incontri ha infatti introdotto un “Traveller Alert“, una funzione che segnala quei paesi in cui ci persistono discriminazioni nei confronti della comunità Lgbtq per proteggerli da eventuali pericoli. Durante la permanenza in questi paesi, gli utenti avranno la possibilità di nascondere i loro profili, l’orientamento sessuale e l’identità di genere.

“Crediamo che tutti debbano essere in grado di amare liberamente e ci sforziamo di portare questo pensiero in tutto ciò che facciamo”, spiega il Ceo Elie Seidman. “Siamo orgogliosi – aggiunge – di offrire funzionalità che possano proteggere tutte le comunità indipendentemente dal loro orientamento sessuale”.

La società ha lavorato con l’International Lesbian, Gay, Bisexual, Trans and Intersex Association per identificare 69 paesi a rischio, tra questi in nove (ci sono Iran e Arabia Saudita) le relazioni con lo stesso sesso sono punite con la pena di morte.

Fonte: Ansa