Ue, taglio ai costi di telefonate internazionali e sms: massimo 19 cent al minuto e 6 cent

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 maggio 2019 14:58 | Ultimo aggiornamento: 13 maggio 2019 14:58
Ue, taglio ai costi di telefonate internazionali e sms: massimo 19 cent al minuto e 6 cent

Ue, taglio ai costi di telefonate internazionali e sms: massimo 19 cent al minuto e 6 cent

BRUXELLES – Dopo l’addio al roaming nel 2017 scatta il taglio ai costi delle telefonate internazionali nei Paesi membri dell’Unione europea. L’ultima rivoluzione nelle telecomunicazioni partirà mercoledì 15 maggio, giorno in cui entreranno in vigore le nuove norme europee che introducono l’obbligo, per tutti gli operatori telefonici, di un tetto massimo dei prezzi per chiamate e messaggi internazionali sia su rete fissa che mobile.

Grazie alle nuove regole stabilite dal Codice europeo per le telecomunicazioni, approvato lo scorso dicembre ed entrato in vigore poco dopo, dal 15 maggio sarà infatti obbligatorio un plafond al prezzo che gli operatori possono fare pagare per effettuare telefonate da un numero fisso o mobile di un Paese Ue a un altro numero fisso o mobile di un altro dei 28 più Islanda, Norvegia e Liechtenstein. I costi non potranno quindi più superare i 19 centesimi al minuto per le chiamate e i 6 centesimi per gli sms, Iva esclusa.

Nello stesso pacchetto di novità sono contenute altre misure come gli investimenti nello sviluppo della tecnologia 5G e l’istituzione del 112 come numero unico per le emergenze in tutta Europa.

La misura si aggiunge all’abolizione, sempre stabilita da Bruxelles e avvenuta già due anni fa, dei costi di roaming: da metà giugno 2017 ormai fare chiamate, inviare sms e navigare su internet col proprio cellulare quando ci si trova all’estero in Europa costa come a casa, con la stessa tariffa. (Fonte: Ansa)