Vendite giornali aprile 2019: un calo costante che fa paura

di Sergio Carli
Pubblicato il 14 Giugno 2019 14:56 | Ultimo aggiornamento: 15 Giugno 2019 12:29
Vendite giornali aprile 2019: un calo costante che fa paura

Vendite giornali aprile 2019: un calo costante che fa paura (Foto Ansa)

ROMA – Vendite giornali quotidiani nel mese di aprile 2019, il declino sembra inarrestabile. Nel complesso il calo è quasi costante e fa paura: si sono vendute in Italia 196 mila copie in meno rispetto all’aprile 2018; in marzo se ne erano vendute in meno, sul marzo dell’anno scorso, 192 mila. Le cifre sono quasi uguali, la percentuale, essendo la base un po’ più bassa, sale da meno 8,8 a 9,1.

Come sempre c’è chi performa meglio, pochissimi, c’è chi performa peggio, i più registrano un calo attorno al 5%.
Ultimo in classifica è il Fatto Quotidiano, che ha perso il 19,7% delle copie vendute un anno fa e ha venduto, in cifra assoluta 26.796 copie. Lo precede il Corriere dello Sport con meno 19 per cento al lunedì e meno 14 per cento nella settimana, forse pagando il desarroi dei tifosi romanisti, mentre Gazzetta dello Sport e Corriere dello Sport scendono un tantino meno: rispettivamente del 5 e del 7 per cento in settimana, 12 e 17 per cento al lunedì (sempre più micidiale l’effetto di Sky).

Per cercare di capire i trend dei due principali quotidiani, accanto al più pugnace e opinion maker, per quanto sempre più piccolo, ho messo in fila le vendite dallo scorso (2018) novembre ad aprile 2019, confrontandoli col mese omologo dell’anno precedente. Si ha quindi un trend, non completo, ma significativo. Ne emerge, se non leggo male i numeri, se non ho sbagliato l’aritmetica e sempre tenendo conto della stagionalità e degli eventi (elezioni soprattutto), 

– una sostanziale stabilità del Corriere della Sera, che da novembre 2017 a aprile 2019 ha perso 8 mila copie su 189 mila, con un calo che oscilla fra il 4 a il 6%; 

– uno strano andamento del calo di Repubblica, fra il 5 e il 9%, ma con una attenuazione molto forte fra gennaio e febbraio, e un ritorno a perdite in valore assoluto sopra quota 10 mila  e in percentuale sopra il 7 in marzo e aprile, con 24 mila copie in meno su 161 mila  da novembre 2017 a aprile 2019;

-la crescente crisi del Fatto, mese dopo mese, in sequenza meno 6, 8, 10 13 fin quasi al 20%. Sono 5 mila copie in meno, ma su 31 mila e rotti. Scoppia la bolla grillina, cresce il consenso per la Lega, eroica la posizione del Fatto, come il Manifesto…

Ecco i numeri:

  Corriere della Sera  Repubblica*  Il Fatto quotidiano
Aprile 2019 181.444  137.577 26.796
Aprile 2018 190.536 148.596  33.337
Calo -4,8%  -7,5% -19,7%
Marzo 2019 182.642  144.179 28.061
Marzo 2018 194.023 156.700 36.365
Calo -6% -8% -13%
Febbraio 2019 180.952     142.166  27.950
Febbraio 2018 189.032   149.346   32.907
Calo -5% -5%   -10%
Gennaio 2019 180.454   140.007 28.118
Gennaio 2018 187.943 148.112 32.700
Calo -4% -6% -10%
Dicembre 2018 201.051   154.645 30.633
Dicembre 2017 209.567 168.411 33.160
Calo -5%  -8% -8%
Novembre 2018 182.081   146.751 29.757
Novembre 2017 189.589 161.402   31.649
Calo -3,8%  -9% -6%

*Repubblica nuovo direttore da febbraio 2019

Ed ecco la consueta tabella delle vendite:

Quotidiani
nazionali
Aprile 2019  Marzo   2019  Aprile 2018 2019 su 2018
Corriere Sera  181.444 182.642  190.536  0,95
Repubblica  137.577  144.179  148.596  0,92
La Stampa  97.176 99.014  108.692  0,89
Il Giornale  42.971 44.110  52.146  0,82
Il Sole 24 Ore  40.451 42.058  45.415  0,89
Il Fatto   26.796 28.061  33.337  0,80
Italia Oggi  16.928 16.864  17.969  0,94
Libero  22.685 23.216  22.918  0,98
Avvenire  21.142 21.782  22.056  0,95
Il Manifesto  7.301 7.521  7.811  0,93
La Verità   22.184 22.220  19.078  1,16

Quotidiani locali:

Quotidiani
locali
Aprile 2019

Marzo     2019

Aprile 2018 2019 su 2018
Resto del Carlino  81.470 82.447  86.895  0,93
Il Messaggero  70.421 71.932  76.379  0,92
La Nazione  59.881 60.512  62.866  0,95
Il Gazzettino  39.569 40.049  40.526  0,97
Il Secolo XIX  34.111 35.071  38.363  0,88
Il Tirreno  30.464 31.074  34.850  0,87
L’Unione Sarda  31.624 32.029  33.825  0,93
Dolomiten  5.518 5.550  6.024  0,91
Messaggero Veneto  32.408 32.677  35.793  0,90
Il Giorno  33.177 33.914  39.591  0,83
Nuova Sardegna  27.051 27.830  30.098  0,89
Il Mattino  23.621 24.240  27.542  0,85
Arena di Verona  20.300 20.587  21.321  0,95
Eco di Bergamo  19.599 19.890  21.155  0,92
Gazzetta del Sud  15.753 16.044  18.795  0,83
Giornale Vicenza  18.311 18.745  19.264  0,95
Il Piccolo  17.103 17.564  19.256  0,88
La Provincia (Co-Lc-So)  16.273 16.523  17.215  0,94
Il Giornale di Brescia  16.624 16.997  18.014  0,92
Gazzetta del Mezzogiorno  15.594 15.987  17.204  0,90
Libertà  15.609 15.929  16.937  0,92
La Gazzetta di Parma  15.222 15.333  16.481  0,92
Il Mattino di Padova  14.095 14.623  16.463  0,85
La Gazzetta di Mantova  14.384 14.739  15.927  0,90
Il Giornale di Sicilia  11.379 11.938  12.875  0,88
La Sicilia  12.786 12.794  14.401  0,88
La Provincia di Cremona  11.511 11.545  12.218  0,94
Il Centro  10.844 10.711  11.042  0,98
Il Tempo  12.345 12.113  13.656  0,90
La Provincia Pavese  9.659 9.844  10.736  0,89
Alto Adige-Trentino  7.834 8.296  9.173  0,85
L’Adige  10.543 10.643  11.580  0,91
La Nuova Venezia  6.665 6.896  8.029  0,83
La Tribuna di Treviso  8.556 8.790  9.959  0,85
Nuovo Quot. di Puglia  8.227 8.589  8.988  0,91
Corriere Adriatico  11.158 11.474  12.137  0,91
Corriere dell’Umbria  8.898  8.609  9.278  0,95
La Gazzetta di Reggio  7.254 7.329  8.013  0,90
La Gazzetta di Modena  6.495 6.564  6.976  0,93
La Nuova Ferrara  5.323 5.365  5.856  0,90
Quotidiano del Sud  6.605 4.607  5.071  1,30
Corriere delle Alpi  4.085 4.191  4.532  0,90
Quotidiano di Sicilia  6.334 6.034  6.903  0,91
Il Telegrafo  896 895  1.189  0,75

Nell’ultima tabella mettiamo insieme i dati di vendita (sempre in edicola) dei quotidiani sportivi, separando i risultati dell’edizione del lunedì, che è sempre quella più venduta.

Quotidiani
sportivi
Aprile      2019 Marzo 2019 Aprile       2018 2019 su    2018
Gazzetta dello Sport Lunedì  139.516 141.720 157.874 0,88
Gazzetta dello Sport  130.394 132.894 137.093 0,95
Corriere dello Sport   62.050 61.827 72.149 0,86
Corriere dello Sport Lunedì  72.358 69.836 89.195 0,81
Tuttosport   42.552 42.329 45.710 0,93
Tuttosport Lunedì  43.344 45.621 52.002 0,83

Perché insistiamo sulle vendite in edicola e teniamo distinte le copie digitali? Per una serie di ragioni che è opportuno riassumere.

1. I dati di diffusione come quelli di lettura hanno uno scopo ben preciso, quello di informare gli inserzionisti pubblicitari di quanta gente vede la loro pubblicità. Non sono finalizzate a molcire l’Io dei direttori, che del resto non ne hanno bisogno.

2. Le vendite di copie digitali possono valere o no in termini di conto economico, secondo quanto sono fatte pagare. Alcuni dicono che le fanno pagare come quelle in edicola ma se lo fanno è una cosa ingiusta, perché almeno i costi di carta, stampa e distribuzione, che fanno almeno metà del costo di una copia, li dovreste togliere. Infatti il Corriere della Sera fa pagare, per un anno, un pelo meno di 200 euro, rispetto ai 450 euro della copia in edicola; lo stesso fa Repubblica.

3. Ai fini della pubblicità, solo le vendite delle copie su carta offrono la resa per cui gli inserzionisti pagano. Provate a vedere un annuncio sulla copia digitale, dove occupa un quarto dello spazio rispetto a quella di carta.

Il confronto che è stato fatto fra Ads e Audipress da una parte e Auditel dall’altra non sta in piedi. Auditel si riferisce a un prodotto omogeneo: lo spot, il programma. Le copie digitali offrono un prodotto radicalmente diverso ai fini della pubblicità. Fonte Ads