Vendite giornali febbraio 2019: Corriere e Repubblica, crisi attenuata. Soffre Il Fatto

di Sergio Carli
Pubblicato il 12 aprile 2019 7:17 | Ultimo aggiornamento: 14 giugno 2019 10:55
Vendite giornali febbraio 2019: Corriere e Repubblica, crisi attenuata. Soffre Il Fatto

Vendite giornali febbraio 2019: Corriere e Repubblica, crisi attenuata. Soffre Il Fatto (Ansa)

ROMA – Vendite giornali quotidiani nel mese di febbraio 2019, la crisi del Fatto fa soffrire chi segue dal primo giorno il giornale che fu sempre all’opposizione. Ora non lo è più e gli effetti sulle vendite si avvertono: in febbraio il Fatto è sceso sotto quota trenta mila, ha venduto in edicola appena 27.950 copie, quasi 5 mila meno di un anno fa, un calo del 15%. In gennaio il calo era stato significativo, ma del 10%. Siamo fra le peggiori performance del mese.

A volte l’appiattimento sul Movimento 5 stelle è imbarazzante, nonostante qualche buon intervento di giornalismo coraggioso e non convenzionale tra cui segnalo l’articolo di Giorgio Meletti, uscito il 3 aprile, sulle nomine in casa Cdp, dove il riferimento a “quella catena di affetti che nessuno può spezzare” sembra fare riferimento a uno dei misteri o non misteri dell’Italia grillina. Peggio del Fatto (e del Tempo di Roma) hanno performato il Giornale e un paio di giornali del meridione. Appena un po’ meglio la Stampa, a -14%, in gennaio fu -15%.

Lo stesso vale nel confronto pluriennale: il Giornale vende il 30% di quel che vendeva 10 anni fa, per il Fatto siamo al meno 60 per cento, non rispetto al 2009, anno di nascita, ma al 2011, anno cui si riferisce il più antico dato disponibile. Quasi come Repubblica, che dal 2011 ha perso il 63% delle copie vendute in edicola, molto peggio del  Corriere della Sera, che ne ha perso la metà.

5 x 1000

Corriere e Repubblica in febbraio hanno avuto conferma che la crisi per loro si sta attenuando. Il Corriere della Sera ha perso, febbraio su febbraio, poco più del 4 per cento, Repubblica un po’ meno del 5%. In gennaio avevano perso rispettivamente il 4 e il 6 per cento.

Forse aveva ragione Mario Calabresi quando diceva che lo mandavano via irriconoscenti, dopo che aveva frenato la caduta. Ora Repubblica è sull’orlo delle 140 mila copie vendute in edicola. Riuscirà Carlo Verdelli a fermarla lì?
Fedele alla promessa di non più ammorbarvi con le mie considerazioni sul capitolo della selezione naturale che sta scrivendo la carta stampata, mi fermo qui.

Aggiungo una avvertenza: le copie vendute sarebbero un po’ più alte per il Corriere  e anche per Repubblica, molto più alte per il Dolomiten e l’Adige, se alle copie vendute in edicola si aggiungessero quelle vendute con altri canali, soprattutto gli abbonamenti. Il Trentino e l’Alto Adige sono extra territoriali e la consegna a domicilio dei giornali funziona, a Milano sanno fare le cose per bene, probabilmente a caro prezzo ma le fanno.

Non ne teniamo conto per omogeneità di confronto, anche perché sugli abbonamenti influiscono fattori specifici (prezzo, sistema distributivo, incentivi di marketing) che rendono quelle copie, per quanto interessa a noi, non omogenee rispetto a quelle comprate ogni giorno o ogni tanti giorni con deliberato atto, in edicola.

Quotidiani
nazionali

Febbraio   2019

Febbraio 2018 Febbraio 2009 2019 su 2018
Corriere Sera  180.952  189.032  396.560  0,95
Repubblica  142.166  149.346  390.570  0,95
La Stampa  99.134  115.290  234.614  0,85
Il Giornale  44.239  52.722  145.611  0,83
Il Sole 24 Ore  43.458  47.419  152.945  0,91
Il Fatto   27.950  32.907 71.685 (2011)  0,90
Italia Oggi  16.668  17.932  17.335  0,92
Libero  23.065  22.915  101.062  1,00
Avvenire 20.953 21.263  19.392  0,98
Il Manifesto  7.301  7.798  20.374  0,93
La Verità   22.626  20.164  —–  1,12

Quotidiani locali:

Quotidiani
locali
Febbraio 2019 Febbraio 2018 Febbraio 2009 2019 su 2018
Resto del Carlino  82.983  88.148  138.886  0,94
Il Messaggero  72.318  76.883  177.580  0,94
La Nazione  60.595  64.666  113.612  0,93
Il Gazzettino  40.626  41.962  76.752  0,96
Il Secolo XIX  34.862  38.774  85.192  0,89
Il Tirreno  31.402  35.856  77.817  0,87
L’Unione Sarda  33.194  34.420  66.436  0,96
Dolomiten  5.469  6.035  11.000  0,90
Messaggero Veneto  33.056  36.341  48.130  0,90
Il Giorno  34.417  40.405  57.640  0,85
Nuova Sardegna  28.537  30.472  59.576  0,93
Il Mattino  25.995  28.058  66.207  0,92
Arena di Verona  20.394  21.621  38.237  0,94
Eco di Bergamo  19.889  21.739  40.000  0,91
Gazzetta del Sud  16.308  19.592  43.384  0,83
Giornale Vicenza  18.951  20.197  33.884  0,93
Il Piccolo  17.598  19.262  34.317  0,91
La Provincia (Co-Lc-So)  16.422  17.877  36.119  0,91
Il Giornale di Brescia  16.986  18.256  36.322  0,93
Gazzetta del Mezzogiorno  16.091  17.763  41.323  0,90
Libertà  15.874  17.147  25.290  0,92
La Gazzetta di Parma  15.387  16.549  31.235  0,92
Il Mattino di Padova  14.622  16.725  28.618  0,87
La Gazzetta di Mantova  14.723  16.101  26.566  0,91
Il Giornale di Sicilia  11.636  13.357  44.204  0,87
La Sicilia  13.183  14.788  34.195  0,89
La Provincia di Cremona  11.642  12.428  19.620  0,93
Il Centro  11.327  11.428  22.548  0,99
Il Tempo  12.253  14.417  38.263  0,84
La Provincia Pavese  9.736  11.133  20.743  0,87
Alto Adige-Trentino  8.420  9.630  28.220  0,87
L’Adige  10.412  11.874  17.215  0,87
La Nuova Venezia  6.957  7.723  11.337  0,90
La Tribuna di Treviso  8.815  10.034  17.767  0,87
Nuovo Quot. di Puglia  8.684  9.133  17.492  —-
Corriere Adriatico  11.313  12.316  16.936  0,91
Corriere dell’Umbria  8.653  9.810  19.059  0,88
La Gazzetta di Reggio  7.428  8.241  12.369  0,90
La Gazzetta di Modena  6.562  7.211  10.183  0,90
La Nuova Ferrara  5.318  6.025  10.018  0,88
Quotidiano del Sud  4.654  5.502  —–  0,84
Corriere delle Alpi  4.219  4.720  —–  0,89
Quotidiano di Sicilia  6.034  6.371  2.585  0,94
Il Telegrafo  895  1.265  —–  0,70

Nell’ultima tabella mettiamo insieme i dati di vendita (sempre in edicola) dei quotidiani sportivi, separando i risultati dell’edizione del lunedì, che è sempre quella più venduta.

Quotidiani
sportivi
Febbraio 2019 Febbraio 2018 Febbraio 2009 2019 su 2018
Gazzetta dello Sport Lunedì  140.125  148.818  389.002  0,94
Gazzetta dello Sport  132.483  136.473  273.222  0,97
Corriere dello Sport   63.317  69.320  174.333  0,91
Corriere dello Sport Lunedì  72.938  79.246  226.294  0,92
Tuttosport   39.445  43.794  100.841  0,90
Tuttosport Lunedì  46.030  51.112  113.746  0,90

Perché insistiamo sulle vendite in edicola e teniamo distinte le copie digitali? Per una serie di ragioni che è opportuno riassumere.

1. I dati di diffusione come quelli di lettura hanno uno scopo ben preciso, quello di informare gli inserzionisti pubblicitari di quanta gente vede la loro pubblicità. Non sono finalizzate a molcire l’Io dei direttori, che del resto non ne hanno bisogno.

2. Le vendite di copie digitali possono valere o no in termini di conto economico, secondo quanto sono fatte pagare. Alcuni dicono che le fanno pagare come quelle in edicola ma se lo fanno è una cosa ingiusta, perché almeno i costi di carta, stampa e distribuzione, che fanno almeno metà del costo di una copia, li dovreste togliere. Infatti il Corriere della Sera fa pagare, per un anno, un pelo meno di 200 euro, rispetto ai 450 euro della copia in edicola; lo stesso fa Repubblica.

3. Ai fini della pubblicità, solo le vendite delle copie su carta offrono la resa per cui gli inserzionisti pagano. Provate a vedere un annuncio sulla copia digitale, dove occupa un quarto dello spazio rispetto a quella di carta.

Il confronto che è stato fatto fra Ads e Audipress da una parte e Auditel dall’altra non sta in piedi. Auditel si riferisce a un prodotto omogeneo: lo spot, il programma. Le copie digitali offrono un prodotto radicalmente diverso ai fini della pubblicità. Fonte Ads