Vendite giornali maggio 2021: si scende ancora, tra la gioia e l’indifferenza dei politici

di Sergio Carli
Pubblicato il 25 Luglio 2021 - 06:40 OLTRE 6 MESI FA
Vendite giornali maggio 2021: si scende ancora, tra la gioia e l'indifferenza dei politici

Vendite giornali maggio 2021: si scende ancora, tra la gioia e l’indifferenza dei politici FOTO ANSA

Giornali quotidiani in Italia, le vendite in edicola (anche nel mese di maggio 2021) continuano a calare nella totale indifferenza dei politici. Anzi con loro grande gioia. I politici vedono i giornali estinguersi e non aspettano che il momento che le prime rotative si fermino per sempre. I giornali danno fastidio.

A Genova una coraggiosa e orgogliosa iniziativa di Franco Manzitti ha portato in edicola un numero unico del Corriere Mercantile, antica e gloriosa testata della sera, per ricordare il defunto direttore e editore Mimmo Angeli, fulgido esemplare di lotta di classe vinta non con gli scioperi ma col lavoro. Mi ha colpito la pagina, splendida come 50 anni fa, scritta da Camillo Arcuri. Una testimonianza esemplare di come i giornali non siano amati dai potenti. Nel rievocare una lotta fra potentati della sanità di tanti anni fa, Arcuri mette in evidenza in poche righe perché nessuno ami i giornali, anche uno da poche migliaia di copie come il Mercantile.

Chiuderanno i giornali, resteranno i siti internet stretti fra flusso continuo delle notizie e diritto all’oblio (Rodotà, mito di una certa sinistra, che lo voleva presidente della Repubblica) ha provocato danni irreparabili alla libera informazione. Uno vale uno, tutti uniti nell’ignoranza e nutriti dalle storie non di Tacito ma di Instagram.

Veniamo alle vendite dei giornali di maggio 2021

C’è una ripresa delle vendite dei giornali sportivi, favorita dal ritorno del campionato di calcio. C’è un forte calo dei giornali di feroce opposizione, Fatto, Libero, Verità, forse hanno stufato. In tutto vendono fra loro 80mila copie, poco più della Stampa di Torino, ma fanno rumore e sono fra i pochi a avere notizie fastidiose per i potenti.

Il mercato, rispetto a un anno fa, perde solo 18 mila copie su un milione e mezzo. Ma se fate il conto senza gli sportivi sono 170 mila le copie che mancano all’appello. Il che fa meno 13 per cento, in linea con la perdita delle principali testate, Corriere della Sera e Repubblica incluse.

Copie digitali e il mercato stretto

A fronte della perdita delle copie di carta, le copie digitali, tutte proprio tutte incluse, non compensano: in tutto sono 436 mila, appena 30 mila più di un anno fa e a valore aggiunto più basso. Non c’è dubbio che l’ampia circolazione delle notizie di cui sono origine la tv generalista, Sky, internet ha stretto molto il mercato.

Ma la crescita delle vendite dei libri, nei primi mesi del 2021, in misura di oltre il 40% impone una domanda. Non è che è anche un problema di contenuti? Una revisione complessiva, inclusa l’assurda grafica tutta titoli e foto, con poco da leggere a fronte di prezzi percepiti come elevati, forse si impone.  

Quotidiani
Maggio 2021 Maggio 2020 2021 su 2020
L’Adige 9.157 9.168 0,99
Alto Adige 4.488 7.432 0,60
L’Arena 18.383 20.949 0,87
Avvenire 5.404 14.684 0,36
Il Centro 8.782 8.838 0,99
Corriere Adriatico 8.433 8.944 0,94
Corriere della Sera 156.148 179.941 0,86
Corriere delle Alpi 3.942 4.365 0,90
Corriere dello Sport 37.780 28.390 1,33
Corriere dello Sport lun. 49.109 26.566 1,84
Corriere Umbria 4.538 4.946 0,91
Dolomiten 5.224 5.700 0,91
L’Eco di Bergamo 16.038 20.006 0,80
Editoriale Oggi 2.718 3.847 0,70
Il Fatto Quotidiano 25.855 31.336 0,82
Gazzetta Mezzogiorno 8.106 9.262 0,87
Gazzetta del Sud 10.926 10.896 1,00
Gazzetta di Mantova 12.101 14.021 0,86
Gazzetta di Modena 5.244 6.083 0,86
Gazzetta di Parma 14.046 16.499 0,85
Gazzetta di Reggio 5.996 6.675 0,89
Gazzetta dello Sport 76.986 41.820 1,84
Gazzetta dello Sport lun. 117.532 40.710 2,88
Il Gazzettino 33.861 34.779 0,97
Il Giornale 36.862 41.049 0,89
Giornale di Brescia 15.568 17.181 0,90
Giornale di Sicilia 6.838 7.464 0,91
Giornale di Vicenza 15.975 18.378 0,86
Italia Oggi 8.707 11.329 0,76
Libero 21.567 27.637 0,78
Libertà 14.117 16.104 0,87
Il Manifesto 7.313 7.926 0,92
Il Mattino 18.145 19.068 0,95
Il Mattino di Padova 12.312 13.886 0,88
Il Messaggero 50.449 54.174 0,93
Il Messaggero veneto 29.520 33.308 0,88
La Nuova Venezia 5.698 7.171 0,79
La Nuova Ferrara 4.688 5.352 0,87
La Nuova Sardegna 22.743 23.133 0,98
Nuovo quotidiano Puglia 6.183 6.078 1,01
Il Piccolo 13.849 16.504 0,83
La Provincia Co-Lc-So 13.635 15.580 0,87
Provincia di Cremona 9.991 11.441 0,87
La Provincia Pavese 7.934 9.557 0,83
Il Giorno 20.847 24.451 0,85
Il Resto del Carlino 68.384 75.956 0,90
La Nazione 46.716 51.235 0,91
Repubblica 108.197 124.318 0,87
Il Secolo XIX 25.086 29.036 0,86
La Sicilia 7.043 7.427 0,94
Il Sole 24 Ore 32.474 43.271 0,75
La Stampa 70.685 77.600 0,91
Il Tempo 7.871 8.725 0,90
Il Tirreno 24.164 27.792 0,86
La Tribuna di Treviso 7.634 8.785 0,86
Tuttosport 24.920 23.820 1,04
Tuttosport lun. 31.564 21.854 1,44
L’Unione Sarda 27.648 29.434 0,93
La Verità 23.967 27.441 0,87