Vero, cos’è l’app che vuole battere Facebook

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 febbraio 2018 7:44 | Ultimo aggiornamento: 27 febbraio 2018 20:00
vero app facebook

Vero, cos’è l’app che vuole battere Facebook

ROMA – Cresce la popolarità di Vero, il nuovo social network senza pubblicità che inizia a girare anche in Italia e si presenta come una versione meno complicata di Facebook, in quanto consente agli utenti di connettersi direttamente e in modo più genuino ad amici e familiari.

L’app è stata lanciata nel 2015 e negli ultimi mesi ha rapidamente guadagnato nuovi utenti ma di recente ha avuto un così tale livello di presa da subire dei problemi tecnici, scrive il Daily Mail.

L’improvviso decollo di Vero arriva in un momento in cui Facebook affronta un esame accurato degli algoritmi che alimentano il News Feed, le tecniche di targeting degli utenti e la diffusione di fake news sulla piattaforma.

La società sostiene di essere diffidente nei confronti degli algoritmi che controllano ciò che gli utenti di Facebook vedono nei feed.

Vero è definito come un Facebook più elevato, su Twitter scrive che “permette all’utente di usare lo stesso registro che usa nella vita reale e tradurlo on line”.

La sua ascesa è arrivata sulla scia di un grande numero di reazioni contro Facebook, gli utenti si lamentavano dell’algoritmo che determina ciò che è presente nel loro News Feed.

Su Twitter molti hanno elogiato Vero e uno ha scritto:”Vuoi un’esperienza social media simile alla vita reale? Nessun algoritmo, nessun data mining, solo persone reali che si godono la vita. Sono su @verotruesocial adesso e mi piacerebbe ti unissi a me”.

Un altro:”Raggiungimi su Vero. È un nuovo social media concepito in modo accurato. Facebook, fottiti!”.
La società afferma che “la maggior parte dei social network riduce tutto agli amici e a follower. Ciò incoraggia a condividere solo le parti della vita che si ritiene siano le più interessanti”.

La grande differenza tra Vero e altri social è che gli elementi sui feed degli utenti della nuova app appaiono in ordine cronologico.

Vero, inoltre, visto che è senza pubblicità richiede un abbonamento annuale a differenza dei giganti Facebook, Snapchat e Instagram.

La società ha annunciato che al primo milione di utenti di Vero non verrebbe addebitato, il che ha dato il via a un’ondata di nuove adesioni.