Whatsapp, futuro incerto. Facebook rassicura: “No chiuso”, ma punta su Messenger

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Aprile 2014 8:59 | Ultimo aggiornamento: 17 Aprile 2014 8:59
Whatsapp, futuro incerto. Facebook rassicura: "No chiuso", ma punta su Messenger

Whatsapp, futuro incerto. Facebook rassicura: “No chiuso”, ma punta su Messenger

ROMA – Quale sarà il futuro di Whatsapp? Facebook ha comprato l’applicazione per 19 miliardi di dollari ma non è ancora chiaro cosa voglia farne. Se al momento la chiusura di Whatsapp non sembra tra gli obiettivi di Mark Zuckerberg, il fatto che stia puntando all’espansione di Messenger lascia gli utenti perplessi.

Simone Cosimi su Repubblica, citando un servizio del Daily Mail, spiega che sono tre i segnali che indicano un destino incerto per Whatsapp:

“Il primo è stato l’introduzione delle telefonate gratuite VoIP proprio sul Messenger di Facebook: ora gli amici, cliccando sull’icona della cornetta blu visualizzata in alto a destra nella chat del social network e ovviamente disponendo di una connessione a internet, possono chiamarsi proprio come in altre applicazione di instant messaging come la cinese WeChat. La stranezza? Era una funzionalità annunciata in primavera per Whatsapp, dove tuttavia ancora non si è vista, ed è invece stata introdotta anzitutto sull’app di casa. Con un’enigmatica accelerazione sui tempi”.

Altro fattore che lascia perplessi, scrive Cosimi, è l’annuncio dell’addio della chat di Facebook a favore dell’apposita app Messenger:

“la piattaforma continua infatti ad avvisare da giorni i suoi utenti che presto si potrà comunicare con gli amici solo attraverso l’applicazione dedicata. Quale? Messenger, ovviamente. Un passaggio notevole: buona parte degli utenti utilizza la piattaforma proprio per comunicare (male, a dirla tutta) tramite la pessima chat integrata. E’ su Messenger che si dovrà obbligatoriamente atterrare, come già accaduto per chi ha scaricato la versione 3.0 che non può fare altrimenti, per le rapide comunicazioni fra contatti. A quanto pare, gli utenti europei di iPhone e smartphone Android saranno i primi a subire questo definitivo trasloco, fin dai prossimi mesi”.

La fusione di Messenger e Whatsapp per ora sembra esclusa:

“Tuttavia il ritardo nell’introduzione delle nuove funzionalità di Whatsapp e il rinnovato pressing su Messenger, fino a qualche tempo fa abbastanza trascurato, sono essi stessi delle tracce significative che l’equilibrio non potrà reggere a lungo. A meno di un cambio di rotta. In fondo le due piattaforme costituiscono ecosistemi paralleli troppo grandi – uno da oltre un miliardo di utenti, l’altro intorno alla metà – per poter convivere più di qualche tempo senza intralciarsi. O trovare una moderata integrazione”.

Lo stesso Zuckerberg, in un’intervista a Farhad Manjoo del New York Times, aveva sottolineato che le due app sono diverse:

“Quanto a Messenger e Whatsapp, sono due cose diverse: una è una chat per chiacchierare con gli amici, l’altra un prodotto che ha sostituito gli sms. Sembrano simili ma quando si approfondiscono le sfumature e i modi in cui le persone le usano, si finisce per identificare in mercati molto diversi fra loro”.

Insomma, due diverse app per due diverse funzioni:

“Una delle cose che stiamo tentando di fare è esplorare aspetti che non sembrano legati all’identità di Facebook – ha chiuso l’ex fenomeno di Harvard confermando questa direzione – qualcosa funzionerà, ma non tutto, perché alcune esperienze saranno più affini ad altre identità”.