Zerocalcare e Google down: quando la mamma-Lady Cocca diceva al figlio “Non c’è più Google”

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 15 Dicembre 2020 9:08 | Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2020 9:08
Zerocalcare e Google down: quando la mamma-Lady Cocca diceva al figlio "Non c'è più Google"

Zerocalcare e Google down: quando la mamma-Lady Cocca diceva al figlio “Non c’è più Google”

Una vignetta di Zerocalcare torna in auge nel giorno del down di Google. Molti utenti sui social network hanno ricordato una vecchia striscia in cui Michele Rech immaginava sua mamma alle prese con la “scomparsa” di Google.

Per chi non fosse avvezzo ai fumetti di Zerocalcare, la mamma è impersonata da Lady Cocca. Cioè la dama di compagnia di Lady Marion nel cartone animato di Robin Hood. Una figura ormai parte della cultura popolare, almeno per quelli della mia generazione cresciuti con i cartoni della Disney.

Zerocalcare e la vignetta sulla scomparsa di Google per la madre

Era il 2013 e nella vignetta la mamma diceva al figlio: “Non c’è più Google“. Il figlio (cioè Zerocalcare), si interrogava su come tradurre tale espressione dal “maternese”. “Ipotesi 1 (82%) non compare più Google come pagine iniziale all’avvio di Firefox; ipotesi 2 (18%) il famoso motore di ricerca di Mountain View ha chiuso senza che le borse mondiali se ne siano accorte, lo ha scoperto per caso mia madre”.

Zercocalcare sommerso dai messaggi nel giorno del Google down

E proprio Zerocalcare ha scritto su Twitter: “Mi sta taggando un sacco di gente per la caduta di google, chiedendomi se mia madre lo sa, ricordando la vignetta di qualche anno fa. Ho chiesto. Ella risponde: ‘Andatevenaffanculo, va’…”.

Google down lunedì 14 dicembre

Lunedì 14 dicembre Google è andato down in Italia e in diverse parti del mondo. E con lui sono crashati diversi servizi: non funzionavano più Gmail, Google Drive e la piattaforma video di YouTube. Saltata pure la Didattica a distanza (Dad), che funziona attraverso la piattaforma Classroom.

Numerosi utenti, come spesso accade in questi casi, si sono riversati su Twitter per segnalare i disservizi. Un down così distribuito su tutti i server Google non si era mai visto. (Fonte Twitter)