Auto, donne anziane al volante più pericolose degli uomini

di Caterina Galloni
Pubblicato il 26 Settembre 2019 7:43 | Ultimo aggiornamento: 25 Settembre 2019 17:35
Auto, donne anziane alla guida battono gli uomini: più probabilità di incidenti

Un’auto durante un sorpasso (foto ANSA)

LONDRA – Le mogli anziane al volante, rispetto ai mariti hanno quasi tre volte in più probabilità di essere coinvolte in un incidente stradale: è quanto emerge da uno studio dell’AA Charitable Trust, una fondazione di beneficenza britannica. Lo studio ha rilevato che 173 donne d’età superiore ai 70 anni, sono morte o rimaste gravemente ferite in un incidente, rispetto a 63 conducenti uomini della stessa età. È il contrario, invece, per i conducenti di età compresa tra 17 e 20 anni. I conducenti di sesso maschile hanno oltre tre volte in più la probabilità di essere coinvolti in un incidente rispetto alle donne della stessa età.

Secondo lo studio le cifre sono dovute al fatto che gli uomini sposati guidano sempre loro, anche quando invecchiano, il che significa che le mogli nel corso della loro vita acquisiscono meno esperienza. Poiché le donne hanno un’aspettativa di vita più alta, più avanti negli anni hanno dunque maggiori probabilità di guidare per conto loro. Gli uomini di età superiore ai 65 anni hanno sei volte in più probabilità, rispetto alle donne, di essere i soli a guidare l’auto durante matrimonio. Raggiunti i 70 anni, un terzo delle donne rinuncia alla patente rispetto a solo un decimo dei conducenti maschi.

Edmund King, direttore dell’AA Charitable Trust Director, sostiene che al volante, nell’ambito della coppia, ci siano sempre gli uomini e “quando invecchiano è una grande risorsa, uno dei motivi per cui hanno più probabilità, rispetto alle donne, di mantenere la patente di guida oltre i 70 anni”. “Il che potrebbe anche spiegare perché le donne alla guida hanno più probabilità di uccidere o ferire gravemente gli uomini della stessa età in un incidente”. “Essere in grado di guidare nel modo più sicuro possibile e il più a lungo possibile è di vitale importanza per i conducenti anziani”. “Per molti l’auto è un’ancora di salvezza che li aiuta a rimanere in contatto con la loro comunità e a vivere in modo indipendente” ha spiegato King. “Poter fare affidamento su una vasta e lunga esperienza di guida può aiutare i conducenti a entrare con la massima sicurezza e competenza possibile nelle fasi successive”.

Fonte: Daily Mail