Autostrada, limiti di velocità a 90 km/h: decide lo smog, meno corri meno inquini. Il caso del Brennero

di Dini Casali
Pubblicato il 17 aprile 2019 9:22 | Ultimo aggiornamento: 17 aprile 2019 11:44
Autostrada, limiti di velocità a 90 km/h: decide lo smog, meno corri meno inquini. Il caso del Brennero

Autostrada, limiti di velocità a 90 km/h: decide lo smog, meno corri meno inquini. Il caso del Brennero

ROMA – Mentre tra le principali novità contenute nella proposta di Testo unificato delle modifiche al Codice della strada inviato dalla commissione Trasporti della Camera ai gruppi parlamentari non c’è traccia della proposta della Lega di aumentare, a certe condizioni, il limite di velocità in autostrada a 150 km/h, al Brennero gli stessi limiti nei giorni da bollino nero scendono a 90 km/h. 

Quel tratto di A22 è in effetti molto delicato perché stretto, ipertrafficato e transitante il cuore verde della valle dell’Adige: i limiti imposti a 90 all’ora servono dunque non per una questione di sicurezza legata per esempio alla pericolosità della strada, o alla pioggia o al vento ecc…, ma per ridurre gli imbottigliamenti e quindi le code e, precedente importante, per inquinare meno. 

L’aumento della velocità infatti fa aumentare anche le emissioni nocive e di CO2, più corri più produci smog: le amministrazioni deputate al controllo del traffico possono quindi abbassare i limiti di velocità per una questione di sicurezza ambientale. Si è sperimentato, inoltre, che sulla tratta a due sole carreggiate (pensate apposta per disincentivare il passaggio su gomma) riducendo la velocità media di 14 km/h si riesce a far transitare l’8% di veicoli in più: un flusso più lento ma costante evita gli ingorghi. 

Brennero, i giorni dei limiti a 90 km/h. “Così sull’Autobrennero – segnala il Sole 24 Ore – si è deciso di prendere i 25 chilometri che separano gli svincoli di Trento (in direzione Modena) e usare nuovi pannelli a messaggio variabile per imporvi limiti di velocità più bassi dei 130 km/h normalmente consentiti: 110, 100 o 90, a seconda delle condizioni del traffico. Questo in alcune giornate prescelte tra quelle in cui è previsto il maggior affollamento. Quindi, in queste vacanze primaverili da giovedì 18 aprile a domenica 28 aprile compresi”. (fonte Sole 24 Ore)