motori

F1, Vettel: “Vinco le ultime 6 gare”. Hamilton: “Felice di scoprire le sue debolezze…”

Gp Malesia, Vettel: "Vinco le ultime 6 gare". Hamilton ironico: "Auguroni"

Gp Malesia, Vettel: “Vinco le ultime 6 gare”. Hamilton ironico: “Auguroni”

ROMA – Dimenticare i disastri di Singapore e guardare subito avanti voltando pagina. E’ la parola d’ordine in casa Ferrari in vista del Gran Premio della Malesia, in programma domenica 1 ottobre, dove Sebastian Vettel si presenta con la sicurezza dei forti e promette di vincere tutte le restanti sei gare per poter rimontare i 28 punti che lo separano da Lewis Hamilton e dal primo titolo in Rosso.

A spegnere i propositi di rilancio del tedesco della scuderia di Maranello è, invece, il leader del Mondiale Hamilton che – a cavallo tra ironia e sarcasmo – fa gli auguri al rivale assicurando di voler sfruttare le sue debolezze.

“Vettel vuole vincere le prossime sei gare? Auguroni. Tutti abbiamo dei punti deboli, fa parte della lotta con un avversario del quale bisogna cercare il punto debole. Come succede nel tennis quando si gioca sui punti deboli dell’avversario, io cerco di fare lo stesso. Da parte mia cerco di essere un pilota il più completo possibile anche se pure io ho dei punti deboli”.

Da Sepang all’ultimo Gp di Abu Dhabi, Vettel fa progetti di rimonta chiudendo definitivamente, nel corso della conferenza Fia insieme al compagno Kimi Raikkonen ed al pilota della Red Bull Max Verstappen, l’episodio della partenza a Singapore.

”Ci sono ancora tante gare da affrontare e abbiamo una macchina forte. Non voglio star a vedere quanti punti abbiamo davanti o dietro, anche se chiaramente è sempre meglio essere davanti. Non cambia nulla il modo in cui affronteremo queste ultime sei gare da ora in avanti – aggiunge il quattro volte campione del mondo ricordando quanto successo nell’ultima gara – Non è stata una grande giornata per noi ma c’è stata una risposta piuttosto rapida e positiva, già lunedì o martedì c’era parecchio entusiasmo in fabbrica, abbiamo voltato pagina. Nessuno di noi tre era contento di quanto successo a Singapore – aggiunge Vettel seduto tra Raikkonen e Verstappen – ma ora voltiamo pagina. Forse sarebbe stato peggio ritirarsi durante la gara. Tutti abbiamo cercato di fare la nostra partenza, purtroppo fa parte delle gare, ormai è inutile esaminare la cosa, meglio pensare al futuro.

Se scatterò più accorto in partenza? Ogni gara fa storia a sé, io prometto che scatterò in sicurezza, ma non si sa mai quello che può accadere al via”. Un Gran Premio quello di Sepang che per la Ferrari evoca molti bei ricordi fin dai tempi di Schumacher: ”Una delle gare più belle è stata nel 2015, la prima vittoria in Ferrari – conclude Vettel – è stata piuttosto speciale anche perché è arrivata molto presto nella stagione. Ma ci sono anche altri bei ricordi, come la vittoria nel 2013 anche se ci sono state un po’ di polemiche dopo quella gara”.

To Top