Fca: a Mirafiori si farà la 500 elettrica, a Pomigliano il Suv Alfa. Addio diesel rinviato

di Redazione blitz
Pubblicato il 29 novembre 2018 14:24 | Ultimo aggiornamento: 29 novembre 2018 14:24
fca mirafiori 500

Fca: a Mirafiori si farà la 500 elettrica, a Pomigliano il Suv Alfa. Addio diesel rinviato

ROMA – Cinque miliardi di investimenti nel periodo 2019-2021, tredici nuovi modelli o restyling negli impianti italiani, con la 500 elettrica che sarà prodotta a Mirafiori, e l’obiettivo della piena occupazione raggiunto al termine del piano.

Sono i cardini del piano industriale di Fca annunciato questa mattina, giovedì 29 novembre, a Mirafiori dall’amministratore delegato Mike Manley e dal responsabile Emea Pietro Gorlier.

Rinvio invece per l’addio al diesel. L’uscita prevista per il 2021 verrà quindi posticipata.

Nello stabilimento Fca di Pomigliano d’Arco sarà prodotto il suv compatto dell’Alfa Romeo. Il modello affiancherà la Panda che continuerà a essere prodotta nello stabilimento campano. A Melfi, dove attualmente si fanno la 500X e la Jeep Renegade, saranno prodotte anche la Jeep Renegade ibrida plug-in e la Jeep Compass.

Mirafiori invece ospiterà la produzione della linea della 500 elettrica. Nello stabilimento torinese in particolare sarà installata una piattaforma small Battery Electric Vehicle (BEV) dedicata, con applicazione iniziale sulla nuova Fiat 500 BEV. A Cassino invine sarà destinato un nuovo modello Maserati. 

Gli investimenti programmati da Fca “in Italia nell’arco del piano industriale, che sono incentrati sull’utilizzo di piattaforme comuni, flessibili ed elettrificate, serviranno a rinforzare l’orientamento del nostro footprint industriale in italia verso i nostri marchi globali e i mercati internazionali”, ha spiegato Gorlier.

“Partiremo nei prossimi mesi con un piano di formazione del personale incentrato proprio sulle tecnologie ibride ed elettriche. Sono convinto che insieme a tutti i nostri lavoratori saremo in grado di raggiungere i traguardi che ci siamo prefissati”, ha aggiunto.

Gorlier ha infine annunciato anche un nuovo modulo produttivo a Termoli per i propulsori benzina FireFly 1.0 e 1.3 turbo, aspirati e ibridi.

Con l’annuncio di quattro nuovi modelli prodotti in Italia e il restyling di altri, si garantisce la piena occupazione degli stabilimenti italiani di Fca. Lo hanno detto i sindacati al termine dell’incontro con i vertici del gruppo.