Binotto furioso con Vettel e Leclerc: “Hanno danneggiato la Ferrari, daremo un segnale forte”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Novembre 2019 21:42 | Ultimo aggiornamento: 17 Novembre 2019 21:42
Ferrari Binotto furioso Vettel Leclerc hanno danneggiato scuderia

Ferrari, Binotto nella foto Ansa

SAN PAOLO (BRASILE) – Leclerc e Vettel hanno danneggiato la Ferrari buttandosi fuori a vicenda dal gran premio del Brasile con un incidente che ha del clamoroso. A causa di questo doppio ritiro, la Ferrari ha perso il terzo posto nella classifica Mondiale dei piloti di Formula 1. Adesso dietro a Hamilton e Bottas, c’è Verstappen. Leclerc è scivolato al quarto posto mentre Vettel è sceso fino al quinto. 

Dopo il gran premio del Brasile di Formula 1, il Team Principal della Ferrari Mattia Binotto si è presentato ai microfoni di Sky Sport per rimproverare pubblicamente i due piloti ed annunciare provvedimenti esemplari. 

“Se guardiamo a noi, come squadra, siamo delusi e dispiaciuti. Credo che i due piloti si devono rendere conto che oggi hanno danneggiato l’intera squadra. È vero che ci sono contatti, che possono capitare, piccoli contatti, ma le conseguenze sono tante. Non voglio giudicare chi abbia sbagliato o meno, non è importante, lo faremo con calma.

Lo faremo insieme, analizzando bene i video. Credo che quando uno giudica a caldo, rischia sempre di sbagliare. Ognuno dei due piloti ha la propria storia, ha il proprio punto di vista. Oggi erano liberi di gareggiare tra di loro, il secondo posto costruttori era, in qualche modo, garantito, stanno lottando per la loro posizione nella classifica piloti. Però, sono piccolo errori che, comunque, si pagano come immagine nostra, come squadra, con tutto il lavoro che si fa, e non va bene.

Fare un briefing? Non per forza, stiamo anche valutando di non farlo. Credo che in certi momenti sia giusto dare un segnale forte alla squadra, ai piloti. Certe cose credo che così non vanno e, quindi, bisogna dare anche un segnale e, probabilmente, non lo faremo. Ho già parlato con entrambi, prima di qualunque intervista, perché credo che fosse importante. Credo che da parte loro debbano capire che le cose succedono sempre in due. Ognuno di loro avrà una parte di colpa”.