Formula 1, la Fia ha sequestrato il motore della Ferrari. La Rossa smentisce

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 21 Novembre 2019 11:59 | Ultimo aggiornamento: 21 Novembre 2019 12:01
Ferrari motore sequestrato arriva smentita scuderia Maranello

La Ferrari in una foto di archivio dell’Ansa

ROMA – Nelle scorse settimane, la Red Bull aveva scagliato pesanti insinuazioni sulla Ferrari. Max Verstappen aveva anche dichiarato che la Ferrari avevo smesso di vincere da quando aveva smesso di barare.

Per questo motivo, stando a quanto scritto dal magazine tedesco ‘Auto Motor und Sport’, la Fia (Federazione Internazionale Automobilistica) avrebbe prelevato alcune componenti della ‘power unit’ della Rossa per compararle con quelle di Alfa Romeo e Red Bull. Si cerca di capire se ci sono irregolarità sul passaggio di carburante.

Cosa c’è di vero? Niente a giudicare dalla secca smentita della Ferrari. Come scrive Repubblica.it, citando fonti interne alla scuderia di Maranello, il prelievo di carburante a fine gara da parte di alcuni commissari  è un’operazione di routine, come il test antidoping dopo le partite di calcio, e quindi non c’è alcuna inchiesta in corso da parte della Fia.