motori

“Ferrari pronta a lasciare la Formula 1”: Marchionne contro nuove regole e powertrain tutti uguali

ferrari-via-formula-1

“Ferrari pronta a lasciare la Formula 1”: Marchionne contro nuove regole e motori tutti uguali

ROMA – “Ferrari pronta a lasciare la Formula 1”: Marchionne contro nuove regole e powertrain tutti uguali. Le nuove regole della Formula 1, di cui la federazione internazionale ha illustrato il progetto di riforma a partire dal 2021 – non è una novità –  piacciono poco o nulla ai costruttori storici, Ferrari in testa. Sergio Marchionne ha ribadito la contrarietà a una rivoluzione che per allargare la platea di partecipanti imporrà un tetto ai costi di gestione e innovazione tecnologica per esempio delle famose “power unit”, i super motori.

Il capo della Ferrari è arrivato  a minacciare il ritiro della Rossa dalle competizioni, se non si cambia registro e soprattutto non si mettono a rischio gli investimenti a molti zeri per lo sviluppo dei motori, un ritiro da quella Formula 1 che è la storia della Ferrari ma che con i nuovi proprietari (Liberty) potrebbe giungere al clamoroso capitolo finale.

“Liberty ha un paio di buone intenzioni, tra cui la riduzione dei costi di gestione per i team, che ritengo positiva. Ci sono alcune cose sulle quali non siamo necessariamente d’accordo. Una è legata in qualche modo al fatto che l’unicità del powertrain non sarà uno dei fattori distintivi dei partecipanti – ha obiettato il numero uno della Rossa – qualcosa che io non tollererò in futuro. Adesso sembriamo in disaccordo sullo sviluppo strategico, vediamo lo sport prendere un’altra strada nel 2021 e questo obbligherà Ferrari a prendere delle decisioni”.

Marchionne ha esplicitato meglio il concetto chiudendo alla prospettiva di una Formula 1 ridotta a “Nascar globale”, in riferimento alle popolari corse di auto organizzate negli Usa dove le auto sono spesso di serie con giusto qualche modifica.

To Top