Formula 1, Bottas trionfa in Austria ma il capolavoro è della Ferrari di Leclerc

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 5 Luglio 2020 17:16 | Ultimo aggiornamento: 5 Luglio 2020 17:16
Formula 1, Bottas trionfa in Austria ma il capolavoro Ferrari Leclerc

Formula 1, Bottas trionfa in Austria ma il capolavoro è della Ferrari di Leclerc (foto Ansa)

La Formula 1 è tornata con tantissime emozioni. Intanto non ha trionfato il solito Hamilton. Il gran premio d’Austria è stato vinto dal secondo pilota della Mercedes, Bottas. Vittoria meritata perché il finlandese aveva conquistato anche la pole position. Ma la vera notizia è il capolavoro del pilota della Ferrari Leclerc.

Il giovane campione monegasco è riuscito a sovvertire ogni pronostico visto che aveva chiuso le qualifiche del gran premio d’Austria di Formula 1 con un pessimo settimo tempo. Il futuro primo pilota della Rossa è riuscito a chiudere la gara al secondo posto grazie ad una prestazione senza sbavature. Grandi meriti sono da ascrivere anche alla strategia della Ferrari che ha pagato sia in pista che ai box (ottimo lavoro dei meccanici della scuderia di Maranello).

Ovviamente non è tutto oro quello che luccica perché l’altro pilota della Rossa, Vettel, ha concluso la sua gara con un pessimo decimo posto dopo l’altrettanto negativo undicesimo tempo delle qualifiche.

Vettel, che lascerà la Ferrari al termine del Mondiale in corso, è ormai con la testa altrove e le sue prestazioni lo dimostrano perfettamente.

Gradino più basso del podio, contro ogni pronostico, per Lando Norris. Il pilota della McLaren ha meritato questo posizionamento perché è riuscito ad avere la meglio di Hamilton, campione del mondo in carica.

L’altro pilota della Mercedes ha chiuso in quarta posizione anche a causa di cinque secondi di penalità. Riportiamo di seguito, l’ordine di arrivo del Gp Austria di Formula 1.

  • 1 Bottas (Mercedes)
  • 2. Charles Leclerc (Ferrari)
  • 3. Lando Norris (McLaren) giro veloce
  • 4. Lewis Hamilton (Mercedes) penalizzato di 5 secondi
  • 5. Carlos Sainz (McLaren)
  • 6. Sergio Perez (Racing Point) penalizzato di 5 secondi
  • 7. Pierre Gasly (Alpha Tauri)
  • 8. Esteban Ocon (Renault)
  • 9. Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo)
  • 10. Sebastian Vettel (Ferrari)
  • 11. Nicholas Latifi (Williams)
  • Rit. Daniil Kvyat (Alpha Tauri)
  • Rit. Alexander Albon (Red Bull)
  • Rit. Kimi Raikkonen (Alfa Romeo)
  • Rit. George Russell (Williams)
  • Rit. Romain Grosjean (Haas)
  • Rit. Kevin Magnussen (Haas)
  • Rit. Lance Stroll (Racing Point)
  • Rit. Daniel Ricciardo (Renault)
  • Rit. Max Verstappen (Red Bull).