Formula 1, rinviato causa covid il Gran Premio di Montreal, rinviato il duello Red Bull-Mercedes

di Enrico Pirondini
Pubblicato il 13 Giugno 2021 6:44 | Ultimo aggiornamento: 12 Giugno 2021 20:47
Formula 1, rinviato causa covid il Gran Premio di Montreal, rinviato il duello Red Bull-Mercedesdomenica 13 giugno ore 20.00, duello Red Bull-Mercedes, e la Ferrari?

Formula 1, rinviato causa covid il Gran Premio di Montreal, rinviato il duello Red Bull-Mercedes

La Formula 1 salta il turno causa covid in Canada col Gran Premio di Montreal.  Sarà una domenica sera, per noi col fuso orario, ad alta tensione. Una domenica verità ritardata alle 20.

È  il settimo Gran Premio ( su 23 ) della stagione. E si rinnova il duello Red Bull-Mercedes con la Ferrari ( terza nella classifica costruttori ) pronta ad inserirsi. Domenica scorsa a Baku  il pilota di una Rossa in evidente crescita, ( Leclerc quarto ) ha sfiorato un podio clamorosamente mancato da Verstappen.  Tradito a  sua volta da una gomma mentre stava dominando.

E dall’ingordo Hamilton che al secondo via ha commesso un errore che gli è costato “ tappa e maglia “, come si dice nel ciclismo.

Davvero imprevisto il podio ( nell’ordine Perez, Vettel, Gasly ).  Sorprendente il “ vecchio “ Vettel che ha strappato il primo podio in F1 dell’Aston Martin con una gara da campione ben sorretto dalla tattica del team.

E dopo Montreal, la Formulaa Uno torna in Europa ( 27 giugno GP Francia ).

È dal 1978 che questo gran premio si svolge sull’isola artificiale di Notre-Dame.  Prima si disputava sul circuito di Mosport. Nel 2005 è stato il terzo evento sportivo più visto dell’anno, dietro solo alle finali del Super Bowl e della Champions League. Indimenticabile la prima nel circuito costruito per l’Expo 1967. Vinse su Ferrari l’eroe locale Gilles Villeneuve. Nel 1982, poco dopo la sua morte durante le prove in Belgio, il circuito gli e’ stato dedicato.

Montreal il circuito porta bene ai debuttanti in Formula 1

Qui hanno vinto la loro prima gara della carriera in Formula Uno, fior di campioni. Li ricordiamo: Boutsen ( 1989), Hamilton ( 2007 ), Kubica ( 2008 ), Ricciardo (  2014 ). E l’unico italiano che ha vinto in Canada è stato il milanese Michele Alboreto nel 1985. L’anno prima si era imposto Nelson Piquet, l’anno dopo  sulla Williams-Honda strapazzò tutti Nigel Mansell.

Poi è salito in cattedra l’indimenticabile Ayrton Senna. Il record di vittorie ( 7 ) è di due campionissimi: Schumacher e Hamilton. Seguono Piquet ( 3 ). Con due vittorie cinque piloti: Vettel, Ickx, Stewart, Alan Jones, Senna. E le vittorie per costruttori? Ecco l’ordine: McLaren ( 13 ), Ferrari ( 12 ), Williams (7),Brabham e Mercedes ( 4 ). La Red Bull è ferma a 2.

Molto attesi e seguiti i tre debuttanti di questa stagione 2021: il giapponese Yuki  Tsunoda, il tedesco Mick Schumacher e il russo Nikita Mazepin. Yuki, dei tre, è il più forte,come dice Ross Brawn.  In effetti è il pilota piazzato meglio in classifica ( quattordicesimo). In Azerbaigian è arrivato settimo, dietro ad Alonso ma davanti a Sainz, Ricciardo e Raikkonen. Gli altri due debuttanti sono in coda. Ma c’è tempo. Il campionato è ancora lungo.

LA CLASSIFICA- 1. Verstappen con 105 punti; 2. Hamilton 101; 3. Perez 69; 4 Norris 66; 5. Leclerc 52; 6. Bottas 47; 7. Sainz 42; 8.  Gasly 31; 9. Vettel 28; 10. Ricciardo 26; 11. Alonso 13; 12. Ocon 12; 13. Stroll 9; 14. Tsunoda 8; 15.Raikkonen 1; 16.Giovinazzi 1. Con zero punti gli altri quattro piloti ( Schumacher, Russel, Mazepin, Latifi ).