Formula E, ecco la Pininfarina Battista: la prima hypercar elettrica italiana. Prezzo? 2 milioni di euro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 aprile 2019 15:09 | Ultimo aggiornamento: 13 aprile 2019 15:12
Formula E, ecco la Pininfarina Battista: la prima hypercar elettrica italiana FOTO

Formula E, ecco la Pininfarina Battista: la prima hypercar elettrica italiana (foto BLITZ QUOTIDIANO)

ROMA – A Roma oggi, sabato 13 aprile, è il giorno della Formula E. E tra le macchine esposte c’è anche la Pininfarina Battista.

Ecco qualche informazione. La Battista è la prima auto di lusso completamente elettrica sviluppata da Automobili Pininfarina. Ha quattro motori elettrici, uno per ruota, alimentati da un pacco batterie da 120 kWh. La potenza totale è di 1.900 cv e la coppia tocca i 2.300 Nm. Di Battista ne verranno prodotte, a partire dal 2020, solo 150. Prezzo? Due milioni di euro. 

La Formula E all’Eur.

Il Circuito cittadino è quello dell’EUR: ha una lunghezza di 2,87 km, per un totale di 21 giri. La linea di partenza/arrivo si trova in Via Cristoforo Colombo. Semaforo verde alle ore 16. La gara sarà trasmessa in chiaro su Italia Uno.

Roma è il settimo appuntamento del campionato che vede battersi undici squadre, ciascuna composta da due piloti. La novità di quest’anno sono le monoposto Gen2 che permettono, grazie all’aumento dell’energia delle batterie che passa da 28 a 54 kWh, di poter portare a termine la gara senza dover farsi fermare per il cambio auto a metà. A questo segue anche un incremento della potenza del motore elettrico che da 200 passa a 250 kW permettendo uno spunto 0-100 km/h in solo 2.8 secondi. Il peso del pacco batterie è di circa 375 kg, per un totale di circa 900 kg con il pilota.

Formula E 2019, team, piloti e classifica.

Undici i team che si contengono il titolo in Formula E. Per un totale di ventidue piloti. Audi Sport Abt, squadra che ha vinto il titolo lo scorso anno, scende in pista con Daniel Abt e Lucas Di Grassi; Bmw i Andrioletti Motors con Antonio Felix Da Costa e Alexander Sims; Ds Techeetah con André Lotterer e il campione in carica Jean-Éric Vergne; Envision Virgin Racing con Sam Bird e Robin Frijns; Geox Dragon con José Maria López e Maximilian Günther; HWA Racelab con Stoffe Vandoorne e Gary Paffett; Mahindra Racing con Jérôme D’Ambrosio e Felix Rosenqvist; Nio con Tom Dillmann e Oliver Turvey; Nissan e.dams con Sébastien Buemi e Alexander Albon; Panasonic Jaguar Racing con Nelson Picquet Jr. e Mitch Evans; e Venturini con l’ex pilota di Formula 1 Felipe Massa ed Edoardo Mortara.

In testa alla classifica piloti c’è Da Costa con 62 punti, seguito da D’Ambrosio a 59, Vergne e Bird a 54, Mortara a 53, Di Grassi a 52, Abt a 44, Frijins a 43, Lotterer a 41 e chiude la top ten Evans a 36. Per quanto riguarda la classifica costruttori, al primo posto c’è Envision Virgin Racing a 97 punti, seguita da Audi Sport Abt Schaeffler a 96, Ds Techeetah a 95, Mahindra Racing a 93, Bmw i Andretti Motor Sport a 80, Vetturini Formula E a 67, Nissan E.Dams a 50, Panasonic Jaguar Racing a 37, Hwa Racelab a 7, Nio Formula E a 6 e Geox Dragon a 2 punti.