Chi si comporta peggio in auto? Francesi urlano, olandesi superano a destra, spagnoli attaccati al clacson

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Agosto 2020 11:12 | Ultimo aggiornamento: 3 Agosto 2020 11:18
Francesi urlano, i peggiori alla guida, una classifica

Francesi urlano, spagnoli suonano il clacson (Ansa)

I greci si arrabbiano più di tutti, gli svedesi corrono, agli olandesi piace il brivido del sorpasso a destra, gli spagnoli indugiano sul clacson.

I francesi urlano. E’ l’identikit degli automobilisti europei, una foto di gruppo sui comportamenti in auto nazione per nazione.

Il sondaggio “Barometro 2020 della guida responsabile”, realizzato da Ipsos per l’operatore stradale francese VINCI Autoroutes.

Sarebbe stato interessante verificare umori e comportamenti degli italiani ma, causa lockdown, non siamo tra i 12mila interpellati nel sondaggio.

Uno su cinque scende per litigare: i francesi urlano

Da cui si ricava che un intervistato su 5 ha ammesso di essere sceso dall’auto per risolvere una discussione con un altro automobilista (+1% sull’ultimo sondaggio).

I più rapidi a scendere, i polacchi (37%), ma i francesi sono quelli che urlano di più (70% contro il 55% della media europea).

I greci, però, sono quelli che più di tutti (47%, uno su due) coltivano il vizio di appiccicarsi all’auto che la precede, il più grave dei comportamenti scorretti alla guida.

Gli svedesi, chi l’avrebbe detto (ma forse sono solo più onesti nell’ammetterlo), condividono questa pratica, aggiungendo due brutte abitudini.

Corrono troppo  e non tengono gli occhi sulla strada.

Gli olandesi invece superano a destra con disinvoltura, uno su due.

Gli spagnoli, il 60%, ama tenere pigiato il clacson.

I più virtuosi di tutti sono gli inglesi: cioè risultano i più educati e i meno pericolosi.

Piccola nota positiva: lo studio ha rilevato che solo due su 14 indicatori di atteggiamenti ‘pericolosi’ sono in aumento.

Purtroppo è difficile estirpare i due comportamenti scorretti più moderni: parlare al telefono e impostare il GPS durante la guida. (fonte La Repubblica)