Incidente Formula 2, Juan Manuel Correa in coma indotto: condizioni critiche ma stabili

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Settembre 2019 16:06 | Ultimo aggiornamento: 7 Settembre 2019 16:06
Juan Manuel Correa condizioni salute incidente Spa Formula 2 morto Hubert

Una foto Ansa sull’incidente di Spa dove è rimasto coinvolto anche Juan Manuel Correa

ROMA – Juan Manuel Correa è in coma indotto, in condizioni critiche ma stabili. Correa è rimasto coinvolto nell’incidente all’avvio del gran premio di Belgio di Formula 2 dove ha perso la vita il pilota francese Hubert. 

Lo scorso 31 agosto, durante il secondo giro della feature race sul circuito belga di Spa-Francorchamps, la Arden di Anthoine Hubert, che cercava di evitare l’impatto con la Trident di Giuliano Alesi che si era girato in mezzo alla pista, impatta contro le protezioni all’esterno alla curva Radillon, rimbalza in pista e la monoposto di Juan Manuel Correa, che sopraggiunge, centra trasversalmente l’auto di Hubert a grande velocità, tagliando la vettura in due pezzi e ferendo mortalmente quest’ultimo.

Correa riporta la frattura di entrambe le gambe e una vertebra incrinata; soccorso rapidamente e rimasto cosciente tutto il tempo viene portato all’ospedale di Liegi dove verrà sottoposto a un’operazione chirurgica. Le sue condizioni risulteranno stabili.

Trasportato in una clinica privata a Londra, gli è stata diagnosticata la sindrome da distress respiratorio acuto: questa lesione ha provocato la caduta di Correa in insufficienza respiratoria acuta.

Attualmente si trova in un’unità di terapia intensiva specializzata in lesioni respiratorie, in stato di incoscienza indotta e sotto il supporto dell’ECMO. Il pilota è in condizioni critiche ma stabili.

La lettera della famiglia di Juan Manuel Correa.

La famiglia di Juan Manuel Correa, pilota di Formula 2 coinvolto il 31 agosto nell’incidente di Spa nel quale ha perso la vita Anthoine Hubert, ha divulgato una lettera questa mattina con aggiornamenti sulle condizioni del figlio, trasportato in una clinica specializzata di Londra. Questa lettera è riportata integralmente da Sky Sport.

“Per prima cosa, a nome di nostro figlio, vogliamo ringraziare tutti per il sostegno dimostrato e per i tanti messaggi che abbiamo ricevuto in questi giorni, non solo da persone appartenenti al mondo del motorsport. Siamo sicuri che Juan Manuel potrà presto leggerli, uno ad uno.

Purtroppo sono emerse nuove complicazioni, al suo arrivo a Londra gli è stata diagnosticata una sindrome di stress respiratorio considerata comune dopo forti impatti come quello che ha avuto lui nell’incidente, e questa lesione ha causato un’insufficienza respiratoria acuta. Ricoverato in terapia intensiva, nostro figlio in questo momento è in stato di coma indotto e sotto il supporto dell’ECMO, le sue condizioni sono critiche ma stabili“.

Al suo arrivo a Londra gli è stata diagnosticata una sindrome di stress respiratorio acuto considerata comune in incidenti come questo.
al suo arrivo a Londra gli è stata diagnosticata una sindrome di stress respiratorio acuto considerata comune in incidenti come questo.

“Siamo fiduciosi che nostro figlio ci possa stupire ancora, lottando con forza di volontà per riuscire a riprendersi. Cogliamo anche l’occasione per porgere le nostre condoglianze alla famiglia Hubert, i nostri cuori sono spezzati, possiamo solo immaginare cosa significhi provare un dolore del genere”, si legge infine nella lettera (fonti Wikipedia e Sky Sport).