Manuel Bortuzzo da Valentino Rossi: “E chi ci ferma più a noi due?” FOTO

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 Agosto 2019 19:11 | Ultimo aggiornamento: 18 Agosto 2019 19:11
Manuel Bortuzzo Valentino Rossi foto Instagram

Manuel Bortuzzo con Valentino Rossi, la foto è stata pubblicata sul sito internet dell’Ansa e sui suoi canali social

PESARO – Manuel Bortuzzo, il giovane nuotatore di Treviso di 19 anni rimasto paralizzato dopo essere stato vittima, lo scorso 3 febbraio, in una sparatoria all’Axa, vicino a Ostia sul litorale romano, si è regalato una giornata ricca di emozioni andando a trovare Valentino Rossi, campione della MotoGp, nel ranch del pilota a Tavullia.

Manuel Bortuzzo ha caricato la foto con Valentino Rossi sia su Facebook che su Instagram dove ha aggiunto la seguente didascalia all’immagine: “E chi ci ferma più a noi due? @valeyellow46 📸 @camilss”.

Manuel Bortuzzo sta mostrando una grande forza d’animo. Ecco le sue ultime dichiarazioni riportate dalla Repubblica: “Come mi vedo fra 10 anni? Spero in piedi. Per guardare avanti non bisogna guardare indietro, la mia vita è sempre la stessa. C’è un problema logistico ma sono quello di sempre. Potevo battere la testa e non essere più me stesso. Sogno le Olimpiadi. Sì, le Olimpiadi, non le Paralimpiadi. Il sorriso c’era prima e c’è adesso, non sono cambiato.

Manuel che piange è molto raro ma ci sono stati momenti, soprattutto a inizio terapia, in cui non riuscivo nemmeno a girarmi sul lettino. Lì sono stato colpito da un po’ di sconforto ma ora ci rido su, perché riesco a girarmi benissimo. Sono fortunato che mi sono ripreso al 110 percento. Ok, non ho più l’uso delle gambe, ma sopra sono perfetto. Forse il terrore più grande era quello di non tornare più me stesso.

I fisioterapisti hanno delle tappe. Nessuno mi dice che entro un certo giorno arriverò a un certo livello. È una cosa che si vive giorno per giorno. Ognuno ha il suo problema e il suo percorso di riabilitazione. Comunque rispetto al mio obiettivo finale, sono ancora a bassi livelli ma ho molta fiducia” (fonte La Repubblica e i profili social di Manuel Bortuzzo).