Michael Schumacher, Padre Georg: “Il suo viso è quello che tutti ricordiamo, solo più pieno”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 novembre 2018 13:30 | Ultimo aggiornamento: 29 novembre 2018 13:30
Michael Schumacher

Michael Schumacher, Padre Georg: “Il suo viso è quello che tutti ricordiamo, solo più pieno”

ROMA – Georg Ganswein, arcivescovo e prefetto della Casa Pontificia e braccio destro di Papa Francesco e di Papa Benedetto XVI, ha raccontato in una intervista a Bunte il suo incontro con Michael Schumacher.

Padre Georg ha incontrato l’ex ferrarista nel 2016 e ha ricordato, senza rivelare troppi dettagli per rispetto della famiglia, quanto accaduto: “Ero seduto di fronte a lui, gli tenevo entrambe le mani e lo guardavo. La sua faccia resta quella che tutti noi conosciamo, solo un po’ più piena”.

“Sente l’amore delle persone intorno a lui, che si prendono cura di lui e grazie a Dio lo tengono lontano dall’eccessiva curiosità della gente. Una persona malata ha bisogno di discrezione e comprensione”, ha spiegato l’arcivescovo.

Ganswein ha evidenziato come la famiglia abbia un ruolo cruciale: “La famiglia è in nido protettivo di cui Michael ha assolutamente bisogno. Sentirli vicino è fondamentale. Sua moglie è l’anima della famiglia. In questo periodo natalizio, prego spesso per Michael Schumacher e la sua famiglia. Il Natale è la festa della nascita di Cristo, l’incarnazione dell’amore divino”, sono le sue parole di conforto.

Pochi giorni fa, erano trapelate alcune parole di Corinna: “Michael è un combattente e non si arrenderà. Grazie per il suo regalo e la sua vicinanza in questo momento difficile”.

Schumacher, che è caduto mentre sciava sulle nevi il 29 dicembre 2013, il 3 gennaio compirà 50 anni. Suo figlio Mick, che ha appena conquistato il titolo europeo di Formula 3, nel 2019 correrà in Formula 2, in attesa del grande salto tra i grandi del mondo.