MotoGp, Michele Pirro e le condizioni dopo l’incidente: “Pilota cosciente, parla”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 giugno 2018 16:57 | Ultimo aggiornamento: 1 giugno 2018 16:57
MotoGp, Michele Pirro e le condizioni dopo l'incidente: "Pilota cosciente, parla" (foto Ansa)

MotoGp, Michele Pirro e le condizioni dopo l’incidente: “Pilota cosciente, parla” (foto Ansa)

ROMA – “Michele Pirro [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] ha un trauma cranico, facciale, toracico-addominale e del rachide lombo-dorsale, muove regolarmente tutti gli arti e ha una situazione neurologica normale. Per ulteriori controlli sarà sottoposto in ospedale a una Tac completa, ma la situazione è abbastanza tranquilla”.

Michele Pirro, il pilota pugliese della Ducati nel GP d’Italia, è volato via alla staccata della San Donato, rimanendo fermo nella ghiaia.

L’incidente si è verificato sotto gli occhi di Iannone che era appena uscito dai box con la sua Suzuki: ampi gesti e sessione immediatamente fermata con la bandiera rossa e riprese televisive interrotte come da protocollo. Fiato sospeso e tanta apprensione fino alla prima comunicazione: “Pilota cosciente e in grado di parlare”. Pirro è stato portato via in barella, verso l’ambulanza e poi al Centro Medico, con dei teli bianchi a coprire l’operazione per salvaguardia della privacy.

Così Paolo Ciabatti, il direttore sportivo Ducati, sulla dinamica: “Pirro non ricorda alcunché dell’accaduto, all’ospedale di Careggi sarà sottoposto a una Tac e RMN, ma sulle cause dell’incidente non sappiamo che dire: dobbiamo aspettare, da quanto si è visto e dalla mimica di Iannone potrebbe essersi bloccato qualcosa sulla moto”.

Infine il parere del Dott. Michele Zasa: “Pirro ha subito un trauma cranico commotivo, ha perso conoscenza poi l’ha recuperata. La colonna pare a posto come il resto della situazione neurologica, ma dobbiamo attendere l’esito di Tac e RMN per avere tutto il quadro con sicurezza. Nel 99% dei casi la perdita di memoria in queste situazioni è normale, ora aspettiamo anche il conforto degli esami. Per il resto ha una botta al polso, che non è fratturato, e una lussazione della spalla destra che è stata rimessa in sede già al Centro Medico”.