Morgan, l’icona delle auto inglesi comprata dalla Investindustrial di Bonomi

di Filippo Limoncelli
Pubblicato il 6 marzo 2019 13:33 | Ultimo aggiornamento: 6 marzo 2019 13:44
morgan Investindustrial

Morgan, l’icona delle auto inglesi comprata dalla Investindustrial di Bonomi

ROMA – Investindustrial di Andrea Bonomi ha comprato la quota di maggioranza di Morgan Motor Company Ltd, l’iconico produttore britannico di auto sportive fatte a mano.

A vendere è la famiglia Morgan, che manterrà una minoranza della società, mentre per la prima volta nei 110 anni di storia della società anche il management e tutti i dipendenti (circa 180) possiederanno una quota di minoranza nel capitale. L’operazione sarà conclusa entro fine aprile.

Investindustrial sosterrà Morgan – produce circa 1300 auto l’anno, con tempi di attesa raramente inferiori ai 6 mesi – nello sviluppo di nuovi prodotti, nell’espansione della rete distributiva all’estero e nello svolgimento di eventi dedicati alla clientela. Morgan in questi giorni ha presentato al Salone di Ginevra la Plus Six, il primo progetto di auto totalmente nuovo dal 2002 a oggi studiato in occasione dei festeggiamenti per i 110 anni del marchio.

“Seguiamo da tempo l’andamento della società e vediamo ampi margini di crescita internazionale nel rispetto della tradizionale artigianalità che rappresenta il cuore pulsante della Morgan Motor Company – ha commentato Bonomi – Concordiamo con la famiglia Morgan nel ritenere che l’ingegneria e i marchi d’oltremanica siano unici e occupino una posizione importante nel panorama internazionale”.

La storia della Morgan Motor Company 

Fondata nel 1909 da Henry Frederick Stanley Morgan, la società produce tuttora le sue auto nello storico stabilimento di Malvern, nella contea inglese del Worcestershire. La società ha chiuso il 2018 con 33,8 milioni di euro di ricavi e un utile netto di 3,2 milioni, a fronte di circa 700 auto prodotte all’anno, contraddistinte da un design ispirato allo stile degli anni ’30.

Fonte: Daily Mail