MotoGP Brno, vince Dovizioso davanti Lorenzo. Quarto Valentino Rossi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 agosto 2018 14:58 | Ultimo aggiornamento: 5 agosto 2018 15:12
motogp brno

Vince Dovizioso davanti a Marquez. Quarto Valentino Rossi a Brno

ROMA – Andrea Dovizioso ha vinto il Gp della Repubblica ceca di MotoGp, corso sul circuito di Brno, 10mo appuntamento del motomondiale. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Il pilota della Ducati ha preceduto il compagno di squadra Jorge Lorenzo e Marc Marquez (Honda). Quarto Valentino Rossi (Yamaha) che ha preceduto all’ultima curva Cal Crutchlow (Honda).

Per Marquez ora i punti di vantaggio in classifica su Rossi sono 46. Lo spagnolo è a 165 mentre il pilota marchigiano a 119. Terzo Vinales a 109. Dovizioso, quarto, è a 88.

Nella classifica costruttori la Honda è in testa con 200 punti, seguita dalla Yamaha a 160. Sul gradino più basso del podio la Ducati con 158.

“Sono stato perfetto”. Poche parole, quelle di Andrea Dovizioso, per spiegare il perché del successo nel Gp della Repubblica ceca, il suo decimo personale in carriera nella MotoGp. “E’ stato un grandissimo week-end – spiega, a fine corsa, nell’intervista internazionale – sapevo di avere una moto veloce, ma non cosi. Credo di essere stato perfetto anche se le sensazioni non erano cosi positive – aggiunge – sapevo, però, che anche loro (Lorenzo e Marquez, ndr) erano al limite con le gomme, ma io non ho mollato fino alla fine ed è andata bene”.

Soddisfatto anche il capoclassifica Marc Marquez, oggi terzo: “L’obiettivo del week-end era di aumentare vantaggio in campionato e ce l’abbiamo fatta: avevamo 46 punti di vantaggio e ora sono 49. Oggi obiettivamente le Ducati erano più veloci, in accelerazione e staccata sono fortissime. Quindi siamo contenti lo stesso anche se non abbiamo vinto, perché in questo circuito solitamente fatichiamo”.

“E’ stata una gara spettacolare con grandi battaglie alla fine – le parole di Jorge Lorenzo, oggi sulla piazza d’onore -. Stavolta ho preferito essere più lento all’inizio per risparmiare le gomme e attaccare alla fine. E’ stata una strategia positiva, ma Marc mi ha attaccato alla fine e questo ha consentito ad Andrea di involarsi, ma soprattutto di andare via”.