MotoGP, cancellato il Mugello. Il Gran Premio d’Italia tornerà nel 2021

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Giugno 2020 14:54 | Ultimo aggiornamento: 10 Giugno 2020 14:54
MotoGP, cancellato il Mugello. Il Gran Premio d'Italia tornerà nel 2021

MotoGP, cancellato il Mugello. Il Gran Premio d’Italia tornerà nel 2021 (foto ANSA)

ROMA – La Dorna e la FIM hanno confermato quello che molti appassionati italiani sospettavano. Quest’anno la MotoGP non farà tappa al Mugello per il Gran Premio d’Italia.

La pandemia del Coronavirus ha portato alla cancellazione di diversi eventi storici nel calendario della MotoGP, come quelli di Assen e Motegi, e a questi si è aggiunto oggi anche il Mugello, che non vedrà approdare le corse su due ruote per la prima volta dal 1991.

“E’ con il cuore spezzato che annunciamo la cancellazione del Mugello” ha detto Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna Sports.

“Purtroppo non siamo riusciti a trovare una soluzione ai problemi logistici e operativi derivanti dalla pandemia e dal calendario riorganizzato per questa stagione. E’ una grande perdita, perché il Mugello è uno dei circuiti più belli del mondo e che siamo molto orgogliosi di avere come sede del Gran Premio d’Italia”.

“A nome di Dorna, vorrei ringraziare i tifosi per la comprensione e la pazienza che hanno dimostrato nell’attesa di un miglioramento della situazione. Non vediamo l’ora di tornare al Mugello nella prossima stagione per un altro fantastico weekend di gare” ha aggiunto.

Calendario MotoGP 2020

Il calendario della MotoGP al momento è ancora incerto.

Lo schema dovrebbe prevedere due gare a Jerez de la Frontera negli ultimi due weekend di luglio (19 e 26, se saranno autorizzate – a porte chiuse – dal governo spagnolo), la gara in agosto in Repubblica Ceca e le due Austria, la speranza italiana riposta in Misano Adriatico a settembre (è in corsa per una doppia gara), e poi le gare di Aragon, Le Mans, Barcellona e le due a Valencia entro il primo novembre.

La stagione 2020 avrebbe dovuto prendere inizialmente il via l’8 marzo in Qatar, ma le misure di confinamento necessarie hanno fatto sì che corressero solo le prove di Moto 2 e Moto 3, con la MotoGp annullata. (fonte CORRIERE.IT)