MotoGp, Marquez a Valentino Rossi: “Ho commesso errori ma sarò sempre me stesso”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 aprile 2018 15:50 | Ultimo aggiornamento: 11 aprile 2018 20:17
Marquez e la risposta a Valentino Rossi dopo il MotoGp d'Argentina

MotoGp, Marquez a Valentino Rossi: “Ho commesso errori ma sarò sempre me stesso2

ROMA – Marc Marquez risponde a Valentino Rossi dopo il sorpasso azzardato al MotoGp d’Argentina: “Ho commesso errori ma resterò sempre me stesso”.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

Il clamore generato dall’incidente tra Marquez e Valentino Rossi nell’ultimo Gp d’Argentina non convincerà il pilota Honda a cambiare il proprio modo di affrontare le gare. Lo ha detto a chiare note lo stesso Marquez durante un evento pubblicitario a San Paolo del Brasile. Pur ammettendo di aver commesso errori in Argentina, lo spagnolo ha tenuto infatti a precisare: “sarò sempre me stesso”, ovvero al limite, “ma rimanendo dentro regole”.

“Preferisco non commentare le dichiarazioni di Valentino Rossi – ha spiegato – sono state fatte ‘a caldo’, sull’onda delle emozioni del momento. Io credo che un po’ tutti i piloti abbiano commesso errori di questo tipo ad un certo punto della carriera e ad ognuno di noi è poi successo di andare in un altro box per scusarsi. Io ho preso una pozza d’acqua, ho perso equilibrio e l’ho toccato. Ho commesso un errore e sono stato penalizzato. Se guardiamo indietro nel tempo – ha detto ai microfoni della brasiliana Sport Tv – cose del genere sono successe anche a lui”.

“L’importante è che uno poi ci rifletta sopra – ha detto ancora Marquez – e imparare dagli sbagli. Tutti i piloti hanno avuto 25 anni, o 22 o 20, e comunque io non cambierò il mio modo di correre in pista. L’ho sempre fatto con la massima intensità e andrò avanti così. Sfortunatamente sul tracciato di Termas de Rio Hondo sono venuto a contatto con la moto di Rossi e quando ho cercato di entrare nell’interno è caduto. Ho capito l’errore, ho chiesto scusa e sono stato penalizzato. Quando mi sono tolto il casco la prima cosa che ho fatto è stato proprio andare da lui e chiedergli scusa. Ho commesso uno sbaglio che può succedere a tutti, perché ci spingiamo sempre al limite”.

E’ giusta la punizione di 30 secondi di penalità, che lo ha relegato al 18/o posto? “Credo di sì”, ha risposto Marquez.