motori

Nicky Hayden, chiesto il rinvio a giudizio per l’investitore

nicky-hayden

L’incidente di Nicky Hayden

ROMA – E’ stato chiesto il rinvio a giudizio per l’automobilista che ha investito Nicky Hayden lo scorso 17 maggio a Misano. La richiesta della procura della Repubblica di Rimini, infatti, è la conseguenza del risultato della perizia commissionata all’incaricato Orlando Omicini. In base all’esito delle verifiche strumentali, il 30enne operaio procedeva a 70 km/h in un punto in cui il limite era di 50 km/h.

“Se l’auto avesse rispettato i limiti sia reagendo e frenando, sia continuando a velocità costante, l’incidente sarebbe stato interamente evitato”, è stata la conclusione del perito. Per Hayden c’è comunque un concorso di colpa visto che il pilota americano, in bici per un allenamento, non ha rispettato lo stop (forse distratto dalla musica negli auricolari), entrando sulla strada principale a 20 km/h. Adesso toccherà al Gip decidere se mandare a processo l’investitore.

To Top