Pedemontana, l’autostrada senza casello col sistema free flow: come funziona

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 ottobre 2018 10:16 | Ultimo aggiornamento: 15 ottobre 2018 10:16
pedemontana autostrada

Pedemontana, l’autostrada senza casello col sistema free flow: come funziona

ROMA – L’autostrada lombarda Pedemontana, o A36, ha iniziato da circa due settimane la lotta contro i furbetti: multe salate, con contravvenzioni a partire da 85 euro e la decurtazione di 2 punti sulla patente, per chi non paga il pedaggio.  Una decisione che ha fatto infuriare molti automobilisti ma l’azienda ha voluto spiegare questa sua presa di posizione.

“In Italia, tra i Concessionari, Autostrada Pedemontana Lombarda è la prima e unica autostrada ad aver adottato il sistema di esazione Free Flow che ha introdotto l’indubbio vantaggio di avere eliminato le barriere fisiche dei vecchi caselli, agevolando il viaggio degli utenti. Di contro, l’assenza dei vecchi caselli ha purtroppo favorito il malcostume di coloro che omettono il pagamento del pedaggio nei termini stabiliti dalla Concessionaria, che registra di conseguenza una percentuale di mancati pagamenti di gran lunga superiore a quella normalmente registrata dalle altre Concessionarie che invece sono dotate di barriere fisiche. Tale fenomeno costringe la Società a procedere nei confronti di tutti coloro che omettono il pagamento del pedaggio autostradale. Esiste infatti un numero elevatissimo di evasori abituali che, da mesi se non da anni, utilizzano la nostra autostrada omettendo il pagamento (obbligatorio per legge), convinti che tale condotta non verrà in alcun modo perseguita”.

Cos’è il free flow e come si paga il pedaggio

Chi accede all’A36 viene semplicemente informato con un cartello di questa caratteristica già ampiamente diffusa in Europa e il pedaggio si paga sul calcolo effettivo dei chilometri percorsi. 

Gli automobilisti che già hanno in auto un sistema Telepass o simile potranno guidare tranquillamente senza preoccuparsi di altro, poiché i portali installati sulla carreggiata rilevano automaticamente il transito dell’auto, memorizzano la targa, risalgono al proprietario e calcolano automaticamente il pedaggio che sarà contabilizzato in base al contratto stipulato. Lo stesso vale per chi decide si aprire (gratis) un Conto Targa, cioè l’addebito automatico dei pedaggi rilevati su carta di credito o conto corrente. Per farlo ci si può recare fisicamente presso un Punto Verde o un Punto di Assistenza o anche via mail se si dispone della firma digitale.

Chi invece percorre meno frequentemente l’Autostrada A36 può effettuare il pagamento del pedaggio online, tramite il sito Autostrada Pedemontana Lombarda o anche scaricando l’applicazione Pedemontana Lombarda per smartphone. In entrambi i casi è richiesta la registrazione che permetterà poi di accedere all’area pagamenti e di visionare anche lo storico dei transiti.

L’opzione tradizionale del pagamento in contanti è prevista per tutte le persone che non hanno la possibilità di accedere alle altre modalità di pagamento elettronico del pedaggio. Presso il Punto Verde a Mozzate (CO) sull’A36  e i Punti di assistenza qui sotto è possibile pagare in contanti, ma anche con carta di credito e prepagata i pedaggi effettuati.