motori

Smog, la mia auto può circolare? Cerca il codice sul libretto di circolazione

classe-libretto-circolazione

Il libretto di circolazione

ROMA – Non si arresta l’allerta smog nel nord Italia. E dalla scorsa settimana sono scattate in molte città le misure antismog che prevedono il blocco della circolazione per i veicoli più inquinanti. Ma come sapere se la nostra auto puo’ circolare o deve rimanere ferma? Non sempre sul libretto la classe è indicata chiaramente: sui veicoli meno recenti, fino a Euro 4, è nascosta da un codice. Ecco dove trovarlo e come decifrarlo.

Per risalire alla Classe Euro del proprio mezzo bisogna trovare i codici di omologazione. Sono riportati nel libretto di circolazione dell’auto. Sulle vetture più vecchie si trovano alla pagina 2 appena sotto le misure delle gomme omologate. Sui libretti di nuova generazione sono sempre alla pagina 2 al rigo V.9.

Dal settembre 2009 sulla pagina 2 c’è la scritta “Euro 5” per esteso, mentre dall’aprile 2006 questa si trova alla pagina 3 ed è presente anche l’indicazione del FAP, il filtro antiparticolato. Se per le Euro 5 e Euro 6 è tutto facile e intuitivo, per le Euro 2 e le Euro 3 esistono decine di combinazioni alfanumeriche per identificare la classe.

I veicoli di Classe antinquinamento Euro 1 (normativa entrata in vigore il 1 gennaio 1993) sono identificati – sul libretto di circolazione – dai seguenti codici: 91/441 CEE ● 91/542CEE punto 6.2.1.A ● 93/59 CEE con catalizzatore.

I veicoli con motore Euro 2 (normativa entrata in vigore il 1 gennaio 1996; il 1 gennaio 1997 per i veicoli a benzina con peso superiore a 2.500 kg, per le Diesel con peso superiore a 2.000 kg, con 6 o più posti e le fuoristrada 4×4) sono identificati – sul libretto di circolazione – dai seguenti codici: ● 1999/102/CE rif.96/69/CE ● 96/20 – 95/54 93/116 – 96/69 – 95/56 – 93/37 ● 96/20 – 95/54 93/116 – 96/69 – 95/56 – 96/37 – 96/38 ● 96/20 – 95/54 93/116 – 95/69 – 95/56 – 96/36 – 96/37 – 96-38 ● 96/20 – 95/54 93/116 – 96/69 – 95/56 – 96/36 – 96/37 – 96/38 ● 96/20 – 95/54 93/116 – 96/69 – 96/36 ● 92/97/CEE – 94/12 CEE, 92/97/CEE – 94/12 CEE – 93/116 CE ● 92/97/CEE – 94/12 CE – 95/54 CE – 93/116 CE ● 92/97/CE – 95/69 CE ● 92/97/CE – 93/116CE ● 95/20 CE – 91/542 CEE punto 6.2.1 – B ● 96/20 CE – 93/116 – 96/69 – 95/56 ● 96/20 CE – 94/12 CEE ● 96/20 CE – 94/12 CEE – 93/116 CE ● 96/20 CE – 95/54 – 93/116 – 94/12 – 96/36 – 96/38 ● 96/20 CE – 95/54 CE – 94/12 CEE – 93/116 CE ● 96/20 CE – 95/54 CE – 96/69 CE – 95/56 CE ● 96/20 CE – 96/1 CE ● 96/20 CE – 96/44 CE ● 96/20 CE – 96/69 CE – 93/116 CE ● 96/20 CE – 96/69 CE – 95/54 CE – 93/116 CE ● 96/69 CE ● 98/77 CE.

I veicoli Euro 3, normativa scattata il 1° gennaio 2001 (il 1 gennaio 2002 per le auto a benzina con peso massimo superiore a 2.500 kg, per le Diesel superiori ai 2.000 kg o con 6 o più posti e le fuoristrada 4×4), se l’ultima lettera del codice non è una A (che indica, per l’appunto, le Euro 3), sono indicati dai seguenti codici: ● 92/97/CE – 98/69 CE ● 98/69 CE ● 98/77/CE rif. 98/69/CE ● 1999/96 CE ● 1999/102 CE rif 98/69/CE ● 1999/96 CE ● 1999/102 CE rif. 98/69/CE ● 2001/1 CE rif. 98/69CE ● 2001/27 CE.

I veicoli Euro 4, normativa scattata il 1° gennaio 2006 (il 1 gennaio 2007 per le auto a benzina con peso massimo superiore a 2.500 kg, per le Diesel superiori ai 2.000 kg o con 6 o più posti e le fuoristrada 4×4), sono identificati dalla lettera B che segue il codice e la sigla CE. Dall’aprile 2006 è specificato Euro 4 e viene indicato anche il FAP, cioè: il filtro antiparticolato.

Dal settembre 2009, tutti i nuovi modelli immessi sul mercato devono rispettare le norme antinquinamento Euro 5, mentre dal gennaio 2011 sono immatricolabili solo le Euro 5. Sul libretto appare per esteso la scritta Euro 5 e viene indicato anche il filtro antiparticolato: è tutto più chiaro. Idem per le Euro 6, normativa scattata il 1 settembre 2014 per le omologazioni dei nuovi modelli, e diventata obbligatoria dal 1 settembre 2015 per tutte le vetture di nuova immatricolazione. Anche in questo caso sul libretto sono riportati sia la scritta Euro 6 sia il filtro antiparticolato.

Sul Portale dell’automobilista si inserisce la targa ed esce la Classe ecologica. Sul portale dell’ACI invece o si inserisce la targa del veicolo o il codice di omologazione indicato dal libretto di circolazione dell’auto.

 

To Top