Auto, perché il tachimetro indica velocità superiore a quella effettiva?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 dicembre 2017 11:07 | Ultimo aggiornamento: 28 dicembre 2017 11:15
tachimetro-auto

Perché il tachimetro delle auto indica velocità superiori di quelle effettive?

ROMA – Vi siete mai chiesti perché il tachimetro (o erroneamente contachilometri) delle auto spesso segni velocità molto superiori ai 200 chilometri orari (220, 240 e anche 260 chilometri orari), anche se la velocità massima dichiarata è magari di 160, 170 o 180 chilometri orari?

Le case automobilistiche, nelle economie di scala che regolano il mercato globale dell’auto, tendono a ridurre il più possibile i costi, sopratutto dei modelli di fascia bassa e media della loro produzione, per contenere i prezzi di listino ed essere più competitive e per accrescere i margini di utile. Così, cercano di omologare il più possibile i “pezzi”. Ovvio che, per un medesimo modello di auto non producano un tachimetro diverso per ogni cilindrata o motorizzazione. Ne producono uno solo, ad esempio, per la Golf “1600” che va a 170 all’ora e la “R” che fa i 250. Ecco il perché del tachimentro che indica una velocità massima di 260 all’ora.

Poi c’è una componente”psicologica” che le case automobilistiche tengono in conto: ai guidatori piace sentirsi alla guida di potenziali “bolidi”, e non è un caso che le auto oggi abbiano un look sempre più “aggressivo”, anche quelle che sportive non lo sono per nulla.

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other