MXGP Imola, Tim Gajser campione del mondo dopo caduta e rimonta

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 18 Agosto 2019 16:57 | Ultimo aggiornamento: 18 Agosto 2019 16:57
Tim Gajser campione MXGP Imola

Tim Gajser durante il gran premio d’Italia MXGP a Imola (da YouTube)

IMOLA – Tim Gajser si è laureato campione del mondo di MXGP, in maniera matematica, al termine di gara 1 del gran premio d’Italia a Imola. Il pilota sloveno ha conquistato il suo terzo titolo iridato a soli 22 anni ma questo successo è stato tutto meno che scontato perché è arrivato con il brivido.

Dopo 10′, Tim Gajser è caduto all’uscita di una curva e quando è ripartito in pista è scivolato in ottava posizione. Anche con questo posizionamento avrebbe conquistato la certezza matematica di essere il nuovo campione del mondo ma una gara sulla difensiva sarebbe stata troppo rischiosa e così si è reso protagonista di una rimonta che lo ha portato fino al quinto posto finale. 

ARRIVO E CLASSIFICHE.
Gara 1 MXGP: 1. Glenn Coldenhoff (Ktm) in 34’54’’225, 2. Jeremy Seewer (Yamaha) + 2’’337, 3. Gautier Paulin (Yamaha) + 6’’973.
Campionato MXGP: 1. Tim Gajser (Honda) 642 pt., 2. Jeremy Seewer (Yamaha) 461 pt., 3. Gautier Paulin (Yamaha) 422 pt.
Gara 1 MX2: 1. Jorge Prado (Ktm) in 34’05’’826, 2. Thomas Kjer Olsen (Husqvarna) + 8’’238, 3. Maxime Renaux (Yamaha) + 20’’216.
Campionato MX2: 1. Jorge Prado (Ktm) 669 pt., 2. Thomas Kjer Olsen (Husqvarna) 542 pt., 3. Jago Geerts (Yamaha) 431 pt.

Chi è Tim Gajser. 

Gajser è un pilota motociclistico sloveno, campione del mondo MX2 nella stagione 2015 e campione del mondo MXGP 2016 e 2019.

Corre sin da piccolo con le moto da cross dove nel 2007 vince il campionato europeo 65 cc, successo che replica nel 2009 però in sella alla più potente 85 cc.

Nella stagione 2012 in sella ad una KTM del team Silver Action conquista il titolo europeo 125 cc. Sempre nel 2012esordisce nel mondiale nella categoria MX2 sempre nello stesso team, dove a fine stagione gareggia nel trofeo delle nazioni con la sua squadra della Slovenia.

Nel 2013 corre in pianta stabile il campionato mondiale sempre in sella ad una KTM, ma questa volta supportata dal team Marchetti Racing, chiude la stagione al 20º posto.

Nel 2014 passa alla Honda nel team Honda Gariboldi e chiude la stagione al 5º posto.

Nell’anno successivo si laurea campione del mondo MX2.

Nel 2016 passa alla classe regina e nella prima stagione riesce a conquistare il titolo mondiale. Poche ore fa, ha conquistato il suo terzo titolo iridato che è anche il secondo nella classe regina (fonte Wikipedia).