Toyota richiama 2,4 milioni di auto ibride, anche in Italia. “Rischio incidenti”

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 ottobre 2018 21:51 | Ultimo aggiornamento: 5 ottobre 2018 21:51
Toyota richiama 2,4 milioni di auto ibride, anche in Italia. "Rischio incidenti"

Toyota richiama 2,4 milioni di auto ibride, anche in Italia. “Rischio incidenti” (Foto Ansa)

TOKYO  –  La compagnia automobilistica Toyota ha richiamato oltre 2 milioni e 400mila auto con motore ibrido a causa di un’anomalia al dispositivo di protezione (failsafe) che potrebbe provocare lo stallo della macchina.

Nonostante non abbia avuto segnalazioni di sinistri, Toyota ha deciso di effettuare il richiamo per la possibilità concreta di incidenti. Si tratta dei modelli Prius e Auris, prodotti tra l’ottobre 2008 e il novembre 2014 , riguardanti 1,25 milioni di vetture vendute in Giappone, 830mila in nord America e 290mila in Europa. In Italia il problema è circoscritto a circa 20mila veicoli, molti dei quali taxi.  

Le macchine in questione erano state richiamate in passato, senza però che venisse risolto il problema presentatosi adesso, che verrà rimediato tramite l’aggiornamento gratuito del software del veicolo, ha aggiunto Toyota.

Negli anni recenti la casa è stata costretta a ordinare diversi richiami. L’ultimo di grandi proporzioni, nel 2015, ha riguardato 6,5 milioni di veicoli per una irregolarità all’interruttore del finestrino, la quale poteva causare un corto circuito.  

 

Mette le mani avanti Riccardo Taglioni, Manager Communitation & External Affairs di Toyota Motor Italy: “Non si tratta altro che di un aggiornamento del sistema da fare in pochi minuti dal proprio concessionario, ha detto all’Agi. L’annuncio è stato fatto per rispettare le rigide norme sulla sicurezza a livello mondiale che l’azienda ha fatto proprie scegliendo di occuparsi dello stato di salute delle macchine vendute anche oltre la fase di assemblaggio e vendita. Non si è verificato nel mondo alcun incidente relativo a questo problema”.