Vettel: “A casa loro…”. E la Mercedes se la prende con la Ferrari: “Tattiche interessanti le loro”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 luglio 2018 9:41 | Ultimo aggiornamento: 9 luglio 2018 10:35
Vettel: "A casa loro...". E la Mercedes se la prende con la Ferrari: "Tattiche interessanti le loro"

Vettel: “A casa loro…”. E la Mercedes se la prende con la Ferrari: “Tattiche interessanti le loro”

ROMA – Si accende il duello Ferrari-Mercedes in Formula 1. Raikkonen [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]  butta fuori Hamilton al via e Vettel, con l’inglese costretto a recuperare dagli ultimi posti, vince a Silverstone e consolida il vantaggio in classifica piloti. E Hamilton, alla fine arrivato secondo dopo una grande rimonta, sul podio non stringe la mano al pilota finlandese.

A fine gara il pilota inglese se la prende con la Ferrari: “Tattiche interessanti le loro… Però faremo di tutto per combatterli e migliorare nelle prossime gare. Ringrazio davvero tanto il pubblico per il supporto che ci ha dato”. Da parte sua Vettel se la gode e a fine gara sfotte Hamilton: “Che bello vincere a casa loro, portiamo la bandiera inglese a Maranello”.

Ad Hamilton si associano i commenti di dell’ex direttore tecnico del Cavalllino James Allison che citando Raikkonen avrebbe parlato di “volontarietà” e “incompetenza”.

La risposta della Ferrari.

“Se veramente ha detto una cosa del genere, dovrebbe vergognarsi”. Maurizio Arrivabene, team principal della Ferrari, ha poi risposto così alla Mercedes.

“Ha lavorato molti anni a Maranello – il riferimento di Arrivabene ad Allison – e due lire da Maranello le ha portate via. Bisogna essere eleganti e saper perdere. Se vogliono insegnarci a essere dei gentleman, cominci lui per primo. Mi ha dato fastidio, incompetente a chi? Chi è lui per giudicare un pilota? Che vada a guardarsi le telemetrie: Hamilton è partito male e Raikkonen se l’è ritrovato addosso e c’è stato quel contatto. Se ha scherzato ci ridiamo sopra, altrimenti vale quello che ho detto”.

Toto Wolff, intervistato da Sky, ha poi corretto il tiro spiegando che la sua era una battuta anche se, ha ammesso, “è stancante quando succedono queste cose, è la seconda volta in tre gare che quelli della Ferrari rovinano la gara a pilota e squadra” riferendosi anche al contatto fra Vettel e Bottas in Francia. “Sono stati incidenti di gara, ma per due volte ci abbiamo rimesso noi, è seccante. In ogni caso di deliberato non c’era sicuramente nulla”.