Willi Weber: “Le condizioni di Schumacher? Temo che Corinna non dica la verità”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Novembre 2019 17:28 | Ultimo aggiornamento: 12 Novembre 2019 17:28
Willi Weber condizioni salute Schumacher moglie Corinna mente

Willi Weber ha parlato di Michael Schumacher (foto Ansa)

ROMA – Willi Weber, il talent scout che portò Michael Schumacher dall’anonimato ai sette titoli Mondiali di Formula 1, intervistato dalla testata tedesca Express.de, rivela che è la moglie del tedesco a impedirgli di rivedere il suo amico ed ex assistito. Le sue dichiarazioni sono riportate dal Corriere dello Sport.

“So che Michael è rimasto ferito gravemente e nulla più – afferma – non so se ha fatto progressi con la riabilitazione o altro. Mi piacerebbe molto rivederlo, stringergli la mano. Ma sua moglie Corinna non me lo permette.

Ha paura che scopra la verità sulle sue condizioni e la riveli al pubblico. Credo fermamente nella sua guarigione di Michael perché so che è un combattente. Se c’è una possibilità, la sfrutterà. Non può essere questa la fine. Prego tutti i giorni per lui e sono convinto che lo rivedremo”.

Willi Weber fa riferimento a queste dichiarazioni rilasciate da Corinna a She’s Magazine.

A quasi sei anni dal terribile incidente sulle nevi di Meribel del marito Michael Schumacher, la moglie Corinna rompe il silenzio e in un’intervista concessa a ‘She’s Magazine’ della Mercedes, ripresa da alcuni giornali tedeschi e tabloid britannici, parla delle condizioni di salute dell’ex pilota della Ferrari. 

“Potete stare certi che è nelle migliori mani possibili – ha risposto Corinna – e che stiamo facendo di tutto per aiutarlo. Vi preghiamo di comprendere che stiamo seguendo le volontà di Michael nel mantenere riservato un argomento così delicato come la sua salute”.

Michael Schumacher, sette titoli iridati in F1, ha avuto un grave incidente con gli sci il 29 dicembre 2013 a Meribel, in Francia, riportando un gravissimo grave trauma cranico. Da allora è in riabilitazione e non è più comparso in pubblico (fonti Express.de, Il Corriere dello Sport e Ansa).