E’ morto Zef Eisenberg, fatale una caduta in moto a 333 km/h

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Ottobre 2020 13:37 | Ultimo aggiornamento: 2 Ottobre 2020 13:37
Zef Eisenberg è morto, fatale una caduta in moto

E’ morto Zef Eisenberg, fatale una caduta in moto a 333 km/h

Zef Eisenberg, pilota detentore di diversi record di velocità, è morto ieri all’Elvington Airfield, vicino a York, cadendo mentre andava a 333 chilometri orari.

Zef Eisenberg, 47 anni e residente a Guernsey, è morto dopo una caduta mentre era in sella alla sua moto ad una velocità di circa 207 mph, cioè 333 chilometri orari.

Il pilota stava tentando di stabilire un nuovo record di velocità ed era lanciato al massimo quando, per ragioni ancora sconosciute, ha perso il controllo della sua motocicletta ed è finito a terra.

L’incidente mortale è avvenuto all’Elvington Airfield, lo stesso luogo in cui nel 2006 si schiantò l’ex presentatore di Top Gear Richard Hammond.

Il 47enne deteneva già una cinquantina di record britannici e mondiali di velocità su terra, incluso un Guinness World Record.

Nel 2016 Eisenberg era stato protagonista di un tremendo incidente mentre tentava di di battere un record di velocità.

L’uomo stava guidando una moto con motore Rolls-Royce a turbina all’Elvington Airfield quando è caduto fratturandosi 11 ossa e rimanendo a lungo in ospedale.

Seppur i medici gli avessero consigliato di archiviare le corse in moto, Zef Eisenberg ha fatto di tutto per recuperare la funzionalità delle gambe per poi tornare in sella a un bolide.

Ieri però, nell’ennesimo tentativo di infrangere un record di velocità, è morto. (fonte: BBC)