Ztl, cambiano i cartelli: la scritta ambigua “varco attivo” deve sparire

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Ottobre 2019 14:34 | Ultimo aggiornamento: 9 Ottobre 2019 14:34
Ztl linea guida ministero dicitura varco attivo

Foto archivio ANSA

ROMA – “Varco attivo”: questa la dicitura della discordia sui cartelli che segnalano l’ingresso alle Ztl. Dopo una valanga di multe e contestazioni dell’ambiguità della dicitura, il ministero dei Trasporti ha approvato le nuove linee guida destinate ai Comuni che devono disciplinare zone a traffico limitato.

Federico Formica su La Repubblica spiega che la misura riguarda soprattutto le Ztl variabili, quelle in cui il passaggio è vietato solo in alcune ore e giorni della settimana. Queste aree sono segnalate da pannelli informativi con la dicitura “varco attivo” e “varco non attivo”, a indicare rispettivamente il divieto di passaggio e l’accesso libero. 

Una dicitura che però sembra aver creato molta confusione tanto che molti automobilisti avrebbero interpretato “varco attivo” come passaggio aperto e “varco non attivo” come passaggio vietato. Una interpretazione che è costata a molti automobilisti multe tra gli 84 e i 35 euro.

Per questo motivo ora la dicitura sui cartelli elettronici dovrà essere variata con un più lineare “Ztl attiva” o “Ztl non attiva”, in modo da evitare fraintendimenti. Molti degli automobilisti multati infatti negli anni hanno fatto ricorso e il giudice di page gli ha dato ragione, annullando le sanzioni a loro carico. (Fonte Repubblica)