facebook

Australia: 168 parolieri scrivono la canzone più lunga del mondo

Peter Garrett

Centosessantotto parolieri e cantautori, alcuni celebri e molti sconosciuti, hanno unito le forze creative per stabilire un nuovo record: la canzone più lunga del mondo. Il progetto era cominciato come parte della conferenza di composizione di canzoni Song Summit, tenutosi a Sydney il mese scorso e le royalty, quando la canzone di durata finora sconosciuta sarà incisa e messa in vendita, andranno ad un ente di beneficenza che promuove la musicoterapia.

A chiunque voleva partecipare è stato chiesto un dittico in rima. I primi due versi sono opera dall’ex cantante dei Midnight Oil, ora ministro dell’Ambiente, Peter Garrett, che ha offerto ‘There is a song in my heart – there is a story to sing’ (C’è una canzone nel mio cuore – c’è una storia da cantare). Seguono i contributi di Bob Evans, cantante dei Jebediah, con ‘My dog drank all the whisky – and now he is getting frisky’ (Il mio cane ha bevuto tutto il whisky – e ora è allegro), la cantautrice nata in Israele Lior con ‘I love being in a song – it makes me feel strong’ (Amo essere in una canzone – mi fa sentire forte), e così via con contributi di Josh Pyke dei Basement Birds e della cantautrice Lisa Mitchell, oltre a completi sconosciuti che hanno mandato i loro versi al sito del Song Summit.

Ora il testo è affidato ai musicisti Katie Noonan e Chit Chat Von Looping Stab, tastierista dei Machine Gun Fellatio, presentatore tv e promotore del progetto. Seguirà infine l’incisione del singolo, con la lista completa dei parolieri e l’indicazione della durata, per il record. ”Questo progetto è una bella maniera di attirare l’attenzione ai senza volto, o compositori e parolieri che non compaiono in tv e la cui voce non si sente alla radio, ma che meritano il loro nome sul grande libro della musica”, ha detto Von Looping Stab.

To Top