Biagio Antonacci accusato di plagio: Siae blocca i diritti del brano “Mio Fratello”

di redazione Blitz
Pubblicato il 11 Settembre 2019 22:52 | Ultimo aggiornamento: 11 Settembre 2019 22:52
Biagio Antonacci accusato di plagio: Siae blocca i diritti del brano "Mio Fratello"

Biagio Antonacci in una foto d’archivio Ansa

ROMA – Brutte notizie per Biagio Antonacci, accusato di plagio per la canzone Mio Fratello, uscita nel 2017. La Siae ha infatti deciso di bloccare la distribuzione dei diritti d’autore, deliberando “l’accantonamento dei proventi maturati e maturandi” sul brano, “fino alla risoluzione definitiva della controversia” tra il cantautore e il musicista Lenny De Luca

Quest’ultimo, infatti, assistito dai legali dello Studio Lione Sarli, ha intentato una causa civile per presunto plagio nei confronti dell’artista milanese, con udienza fissata per la prossima settimana. Secondo de Luca e i suoi avvocati ci sarebbe “palese coincidenza” nella melodia e in particolare nel “ritornello” tra la canzone Mio fratello, uno dei successi degli ultimi anni di Antonacci, e il pezzo intitolato Sogno d’amore depositato da de Luca alla Siae più di dieci anni fa.

Lenny de Luca lo aveva sostenuto già in una lettera di diffida inviata, nell’ottobre dello scorso anno, all’etichetta discografica del cantante milanese per chiedere il riconoscimento dei diritti d’autore.

Nella diffida, inviata ad ottobre dell’anno scorso e riportata dall’agenzia Ansa, gli avvocati di De Luca sostenevano che il brano Sogno d’amore, creato nel 2005, sarebbe stato “proposto” anche ad Adriano Celentano e di aver “sottoscritto un contratto in esclusiva con la società Editore ViaMeda srl-RadioRama, facente capo al cantante Eros Ramazzotti”, depositando, poi, di nuovo la canzone nel 2012.

Dopo “un’attenta comparazione”, si legge ancora nella lettera degli avvocati, con il singolo di Antonacci, sarebbe stata riscontrata “la coincidenza di ben 8 battute e in particolare del ritornello”.

Fonte: Ansa