Bocelli ha avuto il coronavirus, ora dona il plasma per la ricerca. Contagiati anche moglie e figli

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 26 Maggio 2020 13:43 | Ultimo aggiornamento: 26 Maggio 2020 13:43
bocelli in piazza duomo

Bocelli ha avuto il coronavirus, ora dona il plasma per la ricerca. Nella foto Ansa, il tenore canta in piazza Duomo lo scorso 12 aprile

ROMA – Andrea Bocelli ha avuto il coronavirus.

Ora, a distanza di due mesi dalla sua guarigione, ha scelto di donare il plasma per la ricerca  sulla cura per i malati di Covid. 

Il tenore, ha donato il plasma all’ospedale Cisanello di Pisa.

L’artista ha svelato per la prima volta di essere stato malato.

La scoperta del contagio è avvenuta lo scorso 10 marzo dopo aver fatto il tampone.

Parlando con i giornalisti fuori dall’ospedale, Bocelli ha spiegato di essere stato praticamente un asintomatico avendo avuto solo un po’ di febbriciattola. Contagiati anche la moglie, che a sua volta ha donato il plasma, e i due figli.

Un mese dopo, il giorno della vigilia di Pasqua, Bocelli ha suonato in una piazza Duomo deserta a Milano. 

A proposito dell’evento aveva detto: “Custodirò l’emozione di questa esperienza inedita e profonda, di questa Santa Pasqua che l’emergenza ha reso dolente, ma al contempo ancora più feconda, tra le memorie in assoluto più care”.

“Quella sensazione d’essere contemporaneamente solo, come lo siamo tutti, al cospetto dell’Altissimo, eppure di esprimere la voce della preghiera di milioni di voci, mi ha profondamente colpito e commosso. L’amore è un dono. Farlo fluire è scopo primario della stessa vita. E con la vita, ancora una volta, mi trovo in debito”.

Bocelli ha partecipato ad altre maratone musicali ed ha fatto parte del cast globale di One World Together, insieme a Zucchero (l’unico altro italiano), ed artisti del calibro di Elton John e Lady Gaga (fonte: Ansa).