Musica

Chuck Mosley, morto ex cantante dei Faith No More

chuck-mosley

Chuck Mosley, ex leader dei Faith No More, in un frame preso da YouTube

LOS ANGELES – Morto Chuck Mosley, il cantante volto dei Faith No More agli esordi della band. Mosley è morto a 57 anni. L’annuncio è stato dato dai familiari. Chuck, hanno reso noto, è stato stroncato per cause “legate alle sue dipendenze”, dopo un “lungo periodo di sobrietà”.

Cresciuto a Los Angeles, aveva iniziato a farsi conoscere nel gruppo “The Animated, ma la fama vera è arrivata per lui dopo il passaggio ai Faith No More. Nel 1985 apparve il primo album: “We care a lot”. Mosley contribuì anche a scrivere alcuni brani, caratterizzati da un’impronta funk metal.

Insieme al gruppo rimase fino al 1988 e fece in tempo a partecipare anche al secondo lavoro: “Introduce yourself”. Poi la brusca rottura, quando fu allontanato dagli altri componenti della band. Si sono ritrovati un anno fa per alcuni concerti. Nel frattempo Mosley aveva trovato posto nei Bad Brains e negli anni novanta è stato protagonista con i Cement.

Il sito MetalPit riporta il comunicato integrale della famiglia del cantante:

Dopo un lungo periodo di sobrietà, Charles Henry Mosley III ha perso la vita il 9 novembre 2017 a causa della dipendenza.

Stiamo comunicando il modo in cui è morto nella speranza che possa servire come un ammonimento o uno scossone per chiunque stia lottando per tornare pulito.

Gli sopravvivono la partner di lunga data Pip Logan, due figlie, Erica e Sophie, e il nipote Wolfgang Logan Mosley.

La famiglia accetterà donazioni per le spese del funerale. Seguiranno dettagli a riguardo.

To Top