Claudio Abbado è morto. Il maestro era stato nominato senatore a vita

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 gennaio 2014 10:19 | Ultimo aggiornamento: 20 gennaio 2014 10:35
Claudio Abbado è morto. Il maestro era stato nominato senatore a vita

Claudio Abbado (Foto Lapresse)

BOLOGNA – Claudio Abbado è morto a Bologna lunedì mattina, 20 gennaio. Il direttore d’orchestra era malato da tempo. Aveva 81 anni. Di recente Abbado era stato nominato senatore a vita dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

Quando aveva accettato l’incarico parlamentare deciso alcune settimane fa, Abbado aveva dato una risposta dalla quale traspariva la preoccupazione per il proprio stato di salute: aveva detto di sperare che le sue condizioni fisiche gli avrebbero consentito di onorare con impegno pieno il mandato ricevuto. Da tempo però non frequentava Palazzo Madama e la sua vita pubblica era di fatto cessata.

Nato a Milano il 26 giugno 1933, figlio di un insegnante di violino, nel 1955 si era diplomato al Conservatorio milanese in pianoforte e direzione d’orchestra. Nel 1958 conquistò il primo posto al concorso Koussevitsky a Tanglewood, nel Massachussets: grazie a quel premio debuttò negli Stati Uniti con la New York Philarmonic. Nel 1959 debuttò a Trieste come direttore sinfonico, l’anno successivo fece il suo esordio alla Scala.

Nel 1963 si aggiudicò il premio Mitropoulos della New York Philarmonic e venne invitato da Herbert von Karajan a dirigere i Wiener Philharmoniker al Festival di Salisburgo. Nel 1968 debuttò al Covent Garden di Londra e alla Metropolitan Opera House di New York.

Nel 1971 divenne direttore principale del Wiener Philharmoniker, dal 1979 al 1987 fu direttore musicale della London Symphony Orchestra. Passò poi alla Staatsoper di Vienna, per tornare, dal 1989 al 2002, ai Berliner Philharmoniker. Dal 2004 è stato direttore musicale e artistico dell’Orchestra Mozart di Bologna.