Diffamazione, Enzo Iacopino: “La legge va bene solo ai direttori”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 febbraio 2014 23:56 | Ultimo aggiornamento: 6 febbraio 2014 23:57
Diffamazione, Enzo Iacopino: "La legge va bene solo ai direttori"

Enzo Iacopino (Foto Lapresse)

ROMA – Diffamazione, il presidente dell’Ordine dei giornalisti, Enzo Iacopino, critica la legge approvata alla Camera:

“Va bene ai direttori e basta, perché i direttori con l’affidamento di un semplice incarico di vigilanza si tirano fuori da ogni problema. E quelli che hanno risorse, che sono la stragrande maggioranza, cosa fanno? Per fortuna sono stati presentati emendamenti da alcuni senatori che stanno provando a farsi carico di questi problemi”.

Durante un convegno sulla diffamazione alla Sala Zuccari del Senato, Iacopino ha criticato, tra l’altro, le norme sulla rettifica, in particolare l’assenza della possibilità di pubblicare un commento.

“Non parlate solo di querele temerarie, parliamo anche di liti temerarie, perché una semplice lettera di minaccia di un’azione civile milionaria rappresenta una limitazione della libertà notevole. La Camera ha ritenuto di poter dare una risposta solo alle esigenze dei direttori. Le leggi fatte sulla pressione di fatti specifici non sono mai delle buone leggi”.