Dolores O’Riordan, come è morta? Il corpo trovato in bagno. La polizia: “Non sospetta”

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 gennaio 2018 11:43 | Ultimo aggiornamento: 17 gennaio 2018 11:44
Dolores-O-Riordan-Come-Morta

Dolores O’Riordan, come è morta? Il corpo trovato in bagno. La polizia: “Non sospetta”

LONDRA – Come è morta Dolores O’Riordan? Se lo domanda il mondo intero dopo la prematura scomparsa della voce dei Cranberries, deceduta a Londra all’età di 46 anni. Scotland Yard, che in un primo momento aveva definito “non spiegata” la natura del decesso, il caso è già da archiviare: ora si parla di “morte non sospetta”. Ma non sono state ancora rivelate le esatte cause del decesso: bisognerà attendere i risultati dell’autopsia.

Così, mentre in Irlanda e in Gran Bretagna i tanti fan piangono la bella voce di Zombie, si moltiplicano le ipotesi e i rumors. L’hanno trovata ormai senza vita nel bagno della sua stanza d’albergo, l’Hilton di Park Lane. A raccontarlo al Daily Mail sono stati gli stessi impiegati dell’hotel:

“Le persone che hanno scoperto quanto accaduto hanno detto di averla trovata in bagno”, ha affermato un impiegato dell’hotel. “Penso siano stati gli addetti alle pulizie, credendo che la stanza fosse vuota. Non hanno detto come l’hanno trovata, l’informazione è rimasta privata”. Una testimonianza confermata da un altro membro dello staff: “L’hanno trovata in bagno, ma non hanno raccontato in quali condizioni, quindi non sappiamo se si tratti di suicidio o altro”.

Emergono poi importanti particolari sulla vita della musicista. Secondo alcuni suoi amici, come si legge sul tabloid Daily Mirror, Dolores nelle ultime settimane era stata “fortemente depressa”.

In passato aveva affrontato gravi problemi, fra cui l’anoressia, un esaurimento nervoso, una diagnosi per un disturbo bipolare e un tentativo di suicidio nel 2013. Secondo vari media, i problemi psicologici della cantante derivavano da abusi che aveva subito da bambina. Era stata lei stessa a raccontarlo a un giornalista del “Belfast Herald”: aveva solo quattro anni quando l’incubo è cominciato. Secondo quanto riporta Tmz, inoltre, la cantante nel 2013 aveva tentato di togliersi la vita: soffriva di depressione.

Intanto fra i molti che hanno lasciato il loro commosso tributo alla musicista c’è anche Colin Parry, padre di una vittima dell’Ira, il 12enne Tim Parry, che ispirò la canzone Zombie, il più grande successo dei Cranberries.