Enrico Riccardi è morto: sue le parole di “Zingara”, portata al successo da Bobby Solo e Iva Zanicchi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 marzo 2019 12:31 | Ultimo aggiornamento: 18 marzo 2019 12:31
Enrico Riccardi è morto: sue le parole di "Zingara", portata al successo da Bobby Solo e Iva Zanicchi

Enrico Riccardi è morto: sue le parole di “Zingara”, portata al successo da Bobby Solo e Iva Zanicchi

ROMA – “Una brutta notizia, il mio amico Enrico Riccardi ci ha lasciato. Un abbraccio alla famiglia e un ricordo al bel ragazzo moro dagli occhi azzurri, Rico, che ha vissuto con me gli inizi nel mondo della musica per più di 50 anni. Ciao”: un commosso post su Facebook di Luigi Albertelli ha annunciato la morte del paroliere di “Zingara“, il brano che, cantato in coppia da Iva Zanicchi e Bobby Solo, si aggiudicò il Festival di Sanremo del 1969.

Nato a Tortona il 27 marzo del 1934, dopo gli inizi come musicista, si impose come autore di testi e musiche, registrando anche dei 45 giri con lo pseudonimo Rico Riccardi. “Dopo il successo di Zingara  – segnala La Repubblica – Riccardi firma brani di successo come Io mi fermo qui, del 1970, per i Dik Dik, la famosa Ma che bontà, 1977, cantata da Mina, per la quale in precedenza aveva scritto anche Mediterraneo e Fiume azzurro, entrambe del 1972. Sue tutte le canzoni e gli arrangiamenti dell’album Streaking che nel 1973 segna l’esordio di Loredana Bertè, e alcuni successi di Drupi, da Vado via a Piccola e fragile a Sereno è, fra il 1973 e il 1975. Proprio con Drupi, insieme all’amico Albertelli, nel 1976 fonda la casa discografica Real Music”. (fonte La Repubblica)